Mostre a Milano a dicembre 2022: guida top 10 del mese

Mostra La carità e la bellezza a Palazzo Marino Milano

Mostre a Milano a dicembre 2022: guida top 10 del mese - Altre info

Mostre di dicembre a Milano: top 10 in programma questo mese, tra arte, fumetti, presepi e fotografia

Dicembre a Milano, quali sono le mostre in programma da non perdere questo mese? Tra le numerose esposizioni aperte al pubblico in città nel periodo natalizio, ne abbiamo scelte 10 per voi, da visitare nei prossimi giorni.

In coda alla top 10 ricordiamo al lettore che resta aperto in via Settembrini il Museo delle Illusioni: nel percorso espositivo oltre 70 attrazioni tra scienza, matematica, biologia e psicologia. Buona lettura!

Sommario di questo articolo

  1. Zerocalcare. Dopo il botto
  2. Retrospettiva dedicata a Max Ernst
  3. Leonardo3 Museum: in Piazza della Scala le macchine di Leonardo da Vinci
  4. Jazz Drummers: al Blue Note mostra fotografica di Roberto Polillo
  5. Pop Air – museo sui palloncini e l’arte gonfiabile
  6. Alla Fabbrica del Vapore Andy Warhol – La pubblicità della Forma
  7. Botticelli, Beato Angelico, Lippi per la mostra di Natale a Palazzo Marino
  8. A Palazzo Reale “Bosch e un altro Rinascimento”
  9. In Pinacoteca Ambrosiana i presepi dal Museo del Presepio di Dalmine
  10. Magnum Photos – Colors, Places, Faces in Armani Silos

1) Alla Fabbrica del Vapore Zerocalcare. Dopo il botto

Battaglie sociali e politiche, impegno su temi differenti, capacità di mettersi in gioco. Queste caratteristiche di Michele Rech, in arte Zerocalcare, lo hanno reso tra i fumettisti più noti in Italia.

La mostra Zerocalcare. Dopo il botto, ideata da Silvia Barbagallo, presenta oltre 500 tavole originali, video, bozzetti, illustrazioni e un’opera site specific.

L’allestimento proietta il visitatore all’interno di una città immaginifica e post-apocalittica dove, al centro della scena, è posta una strada circondata da palazzi disegnati dall’autore.

Le facciate degli edifici colpiti da un cataclisma planetario portano inevitabilmente a una riflessione su quanto le nostre vite private e il nostro contribuito nella dimensione collettiva siano cambiate a seguito della pandemia: dietro le porte tombate delle case s’intravedono gli occhi di chi cerca fughe di sopravvivenza e tentacoli di animali mostruosi.

Zerocalcare. Dopo il botto è prodotta da Arthemisia e organizzata da Minimondi Eventi e Arthemisia in collaborazione con Piuma, promossa dal Comune di Milano-Cultura ed è curata da Giulia Ferracci.

Orari di apertura: da lunedì a venerdì ore 9.30 – 19.30; sabato, domenica e festivi ore 9.30 – 20.30.

Biglietti: costi da da 10 a 14 euro. Per altre informazioni: telefono 02 5003391.

Dal 17 dicembre in Fabbrica del Vapore Zerocalcare. Dopo il botto
Dal 17 dicembre in Fabbrica del Vapore Zerocalcare. Dopo il botto

2) A Palazzo Reale Milano la prima retrospettiva in Italia dedicata a Max Ernst

A Palazzo Reale resta aperta al pubblico, fino al 26 febbraio 2023, la prima retrospettiva in Italia dedicata a Max Ernst (1891-1976), pittore, scultore, poeta e teorico dell’arte tedesco.

La mostra Max Ernst Milano, promossa e prodotta da Comune di Milano-Cultura e da Palazzo Reale con Electa, in collaborazione con Madeinart, presenta oltre 400 opere: dipinti, sculture, disegni, collages, fotografie, gioielli e libri illustrati provenienti da musei, fondazioni e collezioni private, in Italia e all’estero.

Il lungo lavoro di studio e d’indagine compiuto dai curatori ha permesso di includere tra i prestiti, che vantano la presenza di un’ottantina di dipinti, anche opere e documenti che non venivano esposti al pubblico da parecchi decenni.

Il percorso narra le vicende biografiche di Ernst raggruppandole in 4 grandi periodi, a loro volta suddivisi in 9 sale tematiche che dischiudono approcci interdisciplinari alla sua arte.

Costi dei biglietti in prevendita per visitare la mostra:

  • Open: 17 euro
  • Biglietto intero: 15 euro
  • Biglietto ridotto: 13 euro
  • Visita guidata a cura di Milanoguida: 24 euro (acquista)

La prenotazione non è obbligatoria, ma fortemente consigliata per evitare attese. Nei giorni di maggiore afflusso quali il sabato, la domenica e nei festivi, l’ingresso ai visitatori non prenotati non può essere garantito.

Mostra max ernst a palazzo reale Milano
Fino al 26 febbraio 2023 a Palazzo Reale Milano la prima retrospettiva in Italia dedicata a Max Ernst

3) Leonardo3 Museum: in Piazza della Scala le macchine di Leonardo da Vinci

“Leonardo3 – Il Mondo di Leonardo”, ospitata in Piazza della Scala, all’ingresso della Galleria Vittorio Emanuele II, è una delle mostre permanenti da visitare in città. Prevendite biglietti su Tiqets e Ticketone.

Aperta nel 2013 nelle prestigiose Sale del Re, la mostra è ormai diventata un museo de facto e rappresenta un’occasione unica di scoperta e approfondimento del multiforme genio leonardesco.

Al pubblico viene offerta la possibilità di interagire con oltre 200 macchine interattive in 3D e ricostruzioni fisiche funzionanti, quasi tutte mai realizzate prima.

La mostra si è arricchita nel tempo di nuove straordinarie invenzioni leonardiane: la Barca a pale, la Macchina volante CA176, l’Organo Positivo Continuo e il dipinto perduto della Battaglia di Anghiari.

Ogni anno i suoi contenuti nel percorso espositivo vengono rinnovati, rendendola coinvolgente anche per coloro che l’hanno già visitata.

La mostra è adatta anche ai bambini di tutte le età: ogni singolo oggetto è corredato di una stazione interattiva multimediale che consente di comprenderlo e interagirci.

In questo momento è ancora possibile acquistare ticket in sconto del 50% tramite Groupon a questo link.

4) Jazz Drummers: al Blue Note mostra fotografica di Roberto Polillo

Al Blue Note, storico jazz club milanese in via Borsieri 37 (quartiere Isola), una suggestiva mostra a cura di Roberto Mutti raccoglie i ritratti dei grandi batteristi che hanno lasciato una traccia indimenticabile nella storia di questa musica.

Max Roach, Elvin Jones, Art Blakey sono i nomi più noti di questa carrellata di personaggi di cui il fotografo Roberto Polillo coglie le performance (ma anche talvolta I momenti di pausa) in un bianconero particolarmente espressivo.

E’ possibile visitare la mostra, fino al 31 dicembre 2022, solo durante l’apertura del jazz club per gli spettacoli e previo l’acquisto del biglietto per lo show in programma.

Dal 23 dicembre a Milano sbarca Balloon Museum - Pop Air
Dal 23 dicembre a Milano sbarca Balloon Museum – Pop Air Foto ©facebook.com/BalloonMuseumWorld

5) Pop Air – dal 23 dicembre aperto il museo sui palloncini e l’arte gonfiabile

Dopo Roma e Parigi, attesa per il 23 dicembre 2022 anche a Milano l’apertura del Balloon Museum, primo museo di balloon&inflatable art per tornare tutti bambini tra palloncini e luci colorate.

Il Balloon Museum trasformerà gli spazi di Superstudio Più (via Tortona 27) in un mondo giocoso e colorato, con grandi installazioni gonfiabili e opere luminose disposte su una superficie di oltre 20.000 metri quadrati.

L’aria è oggetto di indagine comune per gli artisti coinvolti: soggetti dalle sembianze antropomorfe e zoomorfe animano il percorso espositivo con tinte accese e forme anticonvenzionali e fuori scala.

Tra i protagonisti dell’esibizione che saranno presenti anche a Milano, da citare:

  • gli Airship Orchestra di Eness
  • Silenus, il gigante dal sonno irrequieto dello scultore Max Streicher
  • Hypercosmo del collettivo artistico Hyperstudio che trasforma il museo in un ambiente marino
  • i Ginjos di Rub Kandy, personaggi colorati e misteriosi
  • una rivisitazione dei templi antichi di Tholos di Plastique Fantastique

Il “balloon museum” è temporaneo e sarà aperto al pubblico per circa due mesi, dal 23 dicembre 2022 al 12 febbraio 2023, negli spazi di Superstudio+ in Via Tortona 27.

I prezzi dei biglietti in prevendita su Ticketone variano con l’età:

  • Ridotto bambini (4-12 anni): 14 euro
  • Ridotto Over 65 e 12-26 anni: 18 euro
  • Intero Over26: 20 euro
  • Balloon Family 4pax: 15 euro
  • Ingresso gratuito: bambini da 0 a 3 anni (omaggio in cassa)

Per altre informazioni, visita il sito web balloonmuseum.world o contatta l’infotel +39 351 293 0274.

6) Alla Fabbrica del Vapore Andy Warhol – La pubblicità della Forma

Fino al 26 marzo 2023 alla Fabbrica del Vapore di Milano aperta al pubblico la mostra Andy Warhol – La pubblicità della Forma. Nel percorso espositivo presenti oltre trecento opere, divise in sette aree tematiche e tredici sezioni.

Promossa e prodotta da Comune di Milano–Cultura e Navigare, la mostra è curata da Achille Bonito Oliva con Edoardo Falcioni per Art Motors, Partner BMW.

Dopo il successo della Mostra di Roma nel 2018 al Complesso del Vittoriano oggi Falcioni vuole omaggiare la sua città adottiva Milano con una esposizione costituita da più di 200 opere uniche sulle 300 esposte.

Nel percorso di visita anche il computer Commodore Amiga 1000 con le sue illustrazioni digitali, geniali antesignane degli NFT; la ricostruzione fedele della prima Factory e una parte multimediale con proiezioni di film da vedere con gli occhialini tridimensionali.

Prevendite online su Ticketone a partire da 13.50 euro. Biglietteria mostra: telefono 351 9691405

Cosa vedere alla mostra ANDY WARHOL aperta alla Fabbrica del Vapore di Milano
Mostra ANDY WARHOL alla Fabbrica del Vapore di Milano. Foto di Paolo Vanadia per Eventi@Milano.it

7) Botticelli, Beato Angelico, Lippi per la mostra di Natale a Palazzo Marino

A Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, torna come da tradizione la mostra gratuita di Natale: quest’anno l’esibizione in Sala Alessi, intitolata “La carità e la bellezza”, presenta quattro capolavori dell’arte fiorentina e toscana, realizzati tra il Tre e il Quattrocento.

Nel percorso di visita, con apertura al pubblico fino al 15 gennaio 2023 , la ‘Madonna col Bambino’ di Sandro Botticelli, ‘L’adorazione dei Magi’ di Beato Angelico, la ‘Madonna col Bambino’ realizzata da Filippo Lippi e ‘Carità’, scultura del senese Tino di Camaino.

In parallelo alla mostra natalizia, negli altri otto municipi della città le biblioteche di zona ospiteranno dal 13 dicembre altrettante importanti opere provenienti da diversi istituti della città, che declinano il tema della carità e della bellezza attraverso quattro tele del Seicento e quattro dell’Otto/Novecento.

Orari di apertura al pubblico
Tutti i giorni dalle ore 9:30 alle ore 20:00 (ultimo ingresso alle ore 19:30). Chiusura anticipata alle ore 18.00 il 24 e 31 dicembre.

Apertura (dalle ore 9:30 alle ore 20:00) i giorni 8, 25 e 26 dicembre 2022, 1° e 6 gennaio 2023 (ultimo ingresso mezz’ora prima della chiusura).

Per altre informazioni: www.comune.milano.it/mostra-palazzo-marino-2022

La carità e la bellezza: grande mostra di Natale nella Sala Alessi di Palazzo Marino
“La carità e la bellezza”: grande mostra di Natale nella Sala Alessi di Palazzo Marino

8) A Palazzo Reale “Bosch e un altro Rinascimento”

Fino al 12 marzo 2023, a Palazzo Reale, la mostra “Bosch e un altro Rinascimento”. Nel percorso espositivo un centinaio di opere d’arte tra dipinti, sculture, arazzi, incisioni, bronzetti e volumi antichi.

Milano per la prima volta, sotto la direzione artistica di Palazzo Reale e Castello Sforzesco, rende omaggio al grande genio fiammingo e alla sua fortuna nell’Europa meridionale con un progetto espositivo inedito che presenta una tesi affascinante: Bosch (1453 – 1516), secondo i curatori, è la prova dell’esistenza di una pluralità di Rinascimenti, con centri artistici diffusi in tutta Europa.

In questo ricchissimo corpus spiccano alcuni dei più celebri capolavori di Bosch e opere derivate da soggetti del Maestro – mai presentate insieme prima d’ora in un’unica mostra.

Quali sono le principali opere esposte? A Palazzo Reale sarà possibile ammirare il monumentale Trittico delle Tentazioni di Sant’Antonio, opera che ha lasciato il Portogallo solo un paio di volte nel corso del Novecento e giunge ora in Italia per la prima volta.

In che periodo conviene visitare la mostra? Per via della fragilità e peculiarità dello stato di conservazione, alcune opere dovranno rientrare nelle loro sedi museali prima della chiusura della mostra.

Si tratta delle due opere del Museo Lázaro Galdiano di Madrid (Meditazioni di san Giovanni Battista e La Visione di Tundalo) che potranno essere visitate dal pubblico fino al 12 febbraio 2023 e delle due opere prestate dalle Gallerie degli Uffizi (l’arazzo Assalto a un elefante turrito e Scena con elefante) che rimarranno in mostra fino al 29 gennaio 2023.

Biglietti in prevendita a partire da 17€ su Ticketone. Telefono per altre informazioni: +39 02 54912

Mostra “Bosch e un altro Rinascimento” a Palazzo Reale: apertura fino al 12 marzo 2023
Mostra “Bosch e un altro Rinascimento” a Palazzo Reale: apertura fino al 12 marzo 2023

9) In Pinacoteca Ambrosiana i presepi dal Museo del Presepio di Dalmine

Dal 1 dicembre al 31 gennaio 2023 la Pinacoteca Ambrosiana di Milano ospita una mostra diffusa di Presepi, provenienti dal Museo del Presepio di Dalmine.

In esposizione presepi napoletani, lombardi, africani, birmani realizzati con le tecniche più diverse.

Esposti quelli in carta, “a teatrino”, o realizzati con figure ottenute da appositi “fogli da ritaglio” montati su supporti rigidi e disposti in una scena, donati al Museo di Dalmine da un collezionista privato e tutti databili tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del primo Novecento.

Alcune antiche figure napoletane sono esposte anche all’inizio del percorso di visita.

Si tratta di una Sacra Famiglia, di due Mori con cavallo, questi ultimi che richiamano le figure rappresentate nel corteo dell’Adorazione dei Magi di Tiziano, e di tre Re Magi di straordinaria fattura, con i volti in terracotta finemente modellati e gli occhi in pasta di vetro.

Biglietti in vendita online su Tiqets.com. Orari di apertura: da lunedì a domenica, ore 10.00 – 18.00 (mercoledì chiuso).

Mostra di presepi tradizionali in Pinacoteca Ambrosiana a Milano
Dal primo dicembre in Pinacoteca Ambrosiana a Milano mostra di presepi tradizionali

10) Magnum Photos – Colors, Places, Faces in Armani Silos

Aperta fino al 29 gennaio 2023, negli spazi di Armani/Silos in Via Bergognone 40, Magnum Photos – Colors, Places, Faces.

La mostra, curata da Giorgio Armani in collaborazione con Magnum Photos e inaugurata in occasione della settimana della moda di Milano, restituisce una prospettiva eclettica attraverso lo sguardo di dieci fotografi internazionali e i rispettivi modi di intendere la fotografia.

Lo spettro è ampio: dalla Cina di Christopher Anderson, indagata nei volti invece che nelle architetture, alla Dubai di Olivia Arthur, vista nello sguardo di un naufrago tornato dopo cinquant’anni in una città che da villaggio è divenuta megalopoli.

Dal Marocco di Bruno Barbey, racconto lungo di un paese che si è sottratto alla modernità, alla New York di Werner Bischof, ritratta a colori attraverso scatti che ne immortalano il dinamismo.

Dalle architetture intese come spazi sociopolitici di René Burri, ai litorali visti come luoghi di confine tra terra e acqua di Harry Gruyaert; dalla pungente dissezione del vivere inglese di Martin Parr, a Tokyo e Venezia ritratte da Gueorgui Pinkhassov attraverso scatti rubati e angolazioni impreviste.

Dall’Iran dipinto nella sua quotidianità da Newsha Tavakolian, all’America Latina e i Caraibi a tinte sature di Alex Webb.

Orari di apertura: mercoledì, venerdì e domenica ore 11 – 19; giovedì e sabato ore 11 – 21. Chiusura straordinaria: 24, 25, 31 dicembre e primo gennaio 2023.

Per altre informazioni, visita il sito www.armanisilos.com

Hai trovato utile questo articolo? Iscriviti alla newsletter con tutte le ultime news e gli sconti validi per i lettori di Eventiatmilano.it

Paolo Vanadia