Cosa fare a Milano nel weekend: eventi consigliati da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre

Cosa fare a Milano nel weekend: eventi consigliati da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre

Milano, ci attende un weekend ricco di eventi di musica, arte e cultura. In questo articolo vi proponiamo alcune idee per trascorrere un fine settimana diverso, da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre, alla scoperta degli eventi più interessanti a Milano e non solo (altre idee per il ponte dell’Immacolata qui). Nella sezione seguente abbiamo inserito descrizioni brevi per tutti gli eventi in programma durante il weekend, oltre ai link per l’acquisto dei biglietti.

In breve: eventi da non perdere questo weekend

Si rinnova, come ogni prima domenica del mese, l’iniziativa del Mibac #domenicalmuseo: domenica 6 dicembre resteranno dunque visitabili gratuitamente, in tutta Italia, i musei statali e le aree archeologiche. Ulteriori info qui.

Ponte dell’Immacolata, idee per una gita fuori porta: da domenica 6 a martedì 8 dicembre, Villa Carlotta vi aspetta col suo giardino all’italiana, un angolo di paradiso di cui si innamorarono anche Flaubert e Stendhal. Ulteriori info qui.

Edizione numero cinque per il festival invernale della Tempesta che si svolgerà, sabato 5 dicembre, al Centro sociale Rivolta di Marghera (Ve). Ulteriori info qui.

Fino al 13 dicembre saranno 50 gli eventi gratis inclusi nel programma ‘Giovanna D’Arco torna in città’: proiezioni, concerti, spettacoli, conferenze e laboratori dedicati a Giovanna D’Arco, con il coinvolgimento di nomi illustri quali Carla Fracci, Patti Smith e Monica Guerritore. Ulteriori info qui.

L’ottava edizione del Jazz:Re:Found Festival quest’anno sbarca a Torino lasciando, dopo sette anni, Vercelli. Ulteriori info qui.

Primo weekend per entrare nell’atmosfera natalizia col Darsena Christmas Village, aperto al pubblico fino al 10 gennaio. Ulteriori info qui.

E’ stata inaugurata giovedì 19 novembre l’attesissima mostra fotografica dedicata a Vivian Maier, tata di professione e fotografa per passione, presso la Galleria Forma Meravigli. Ulteriori info qui.

Approfittate del weekend per riscoprire il genio e la tecnica di un grande scultore milanese, Adolfo Wildt, grazie alla mostra “Adolfo Wildt (1868-1931). L’ultimo simbolista” ospitata alla Galleria di Arte Moderna di Milano. Ulteriori info qui. Biglietti in vendita su Ticketone.it

I capolavori di Francesco Hayez Scala – le tre versioni de ‘Il Bacio’, oltre a un centinaio tra dipinti e affreschi dell’artista – esposti a Milano per una grande mostra allestita fino al 21 febbraio negli spazi monumentali delle Gallerie d’Italia. Ulteriori info qui. Biglietti in vendita su Ticketone.it

Venerdì e domenica al Teatro Libero di Milano andrà in scena “Hard Candy” di Brian Nelson, diretto da Corrado d’Elia, tratto da una storia vera portata al cinema nel 2005. Ulteriori info qui.

Il Museo del Duomo vi aspetta ogni domenica per “Natale nel mondo”, una visita guidata che è un giro del mondo, alla scoperta delle tradizioni con cui si festeggia il Natale, da un capo all’altro della Terra. Ulteriori info qui.

Sabato 5 e domenica 6 dicembre, alle ore 16.30, il Museo del Design 1880-1980 offre visite guidate gratuite alla scoperta di 100 anni di storia del design. Ulteriori info qui.

Da sabato 5 a martedì 8 Dicembre 2015 a Novi Ligure la XX edizione della rassegna enogastronomica Dolci terre di Novi. Il Distretto del Novese propone interessanti tour per scoprire il territorio. Ulteriori info qui.

Fino al 20 dicembre cercate le vostre idee regalo nella magnifica cornice del centro storico di Morimondo (Mi): nei chioschetti di legno allestiti sul piazzale della Abbazia cistercense, fondata nel 1134, si potranno trovare i prodotti tipici del Natale. Ulteriori info qui.

Domenica: #domenicalmuseo. Poli museali ed archeologici aperti e gratuiti

Si rinnova, come ogni prima domenica del mese, l’iniziativa del Mibac #domenicalmuseo: domenica 6 dicembre resteranno dunque visitabili gratuitamente, in tutta Italia, i musei statali e le aree archeologiche.

A Milano saranno accessibili gratuitamente il Cenacolo Vinciano, Museo del Risorgimento, Palazzo Morando, Galleria d’Arte Moderna, Casa Museo Boschi di Stefano, Museo Studio Francesco Messina, Museo Archeologico, Museo Civico di Storia Naturale, Acquario Civico, Castello Sforzesco, Museo della Pietà Rondanini, Gallerie d’Italia, Pinacoteca di Brera e Museo Diocesano.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre
Tempio Voltiano – Como

Fra i siti aperti in Lombardia, vi consigliamo la visita al Tempio Voltiano, situato sulle sponde del lago di Como. Il Tempio Voltiano, inaugurato nel luglio del 1928, fu pensato quale nuova sede per ospitare degnamente gli originali e le ricostruzioni degli strumenti scientifici di Volta, che l’incendio del 1899 aveva distrutto durante la grande Esposizione Voltiana allestita in Como per il Centenario dell’invenzione della pila. In Galleria è esposto un ricco campionario di apparecchi, macchine e strumenti, che permettono al visitatore di individuare facilmente e in modo completo i temi che furono oggetto degli studi e delle ricerche di Alessandro Volta, a partire dall’invenzione della pila, per continuare con i fondamentali contributi nel campo dell’elettrologia, nello studio dei gas e delle loro proprietà.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre
Pila di Alessandro Volta esposta al Tempio Voltiano di Como. Foto di GuidoB via Wikimedia Commons (licenza CC-BY-SA-3.0)

Molti dei materiali esposti sono originali di Volta, altri sono oggetti di epoca voltiana o risalenti ad anni immediatamente successivi; completano la raccolta alcune ricostruzioni, realizzate nei primi anni del secolo scorso, per sopperire alla perdita degli originali, distrutti dall’incendio del 1899. Segnaliamo ai nostri lettori che il Tempio Voltiano è, in tutti i giorni di apertura al pubblico, ad ingresso libero e gratuito per i possessori della tessera Abbonamento Musei Lombardia Milano, di cui vi abbiamo parlato in un articolo dedicato.

Domenica: Villa Carlotta, uno dei giardini più belli d’Italia vi aspetta a Tremezzo (lago di Como)

Ponte dell’Immacolata, idee per una gita fuori porta: da domenica 6 a martedì 8 dicembre, Villa Carlotta vi aspetta col suo giardino all’italiana, un angolo di paradiso di cui si innamorarono anche Flaubert e Stendhal. Questa splendida dimora affacciata sul lago di Como (a Tremezzo) fu edificata intorno al 1690 per volere del marchese Giorgio II Clerici ed è immersa in un parco di grande fascino, con una serie di terrazze collegate da uno scenografico percorso di scale. Flaubert, nel suo soggiorno sulle rive del lago di Como, si innamorò di questa “scalinata di pietra che scende fino nell’acqua per imbarcarsi”.

Il giardino di Villa Carlotta è noto in tutto il mondo per le sue straordinarie azalee, che in primavera regalano una vera e propria esplosione di colori. La fama di Villa Carlotta è giustificata anche dal museo, articolato su due piani e ricco di capolavori di Antonio Canova (il Palamede, il modello in gesso della musa Terpsychore e la Maddalena Penitente) Francesco Hayez (L’Ultimo Addio di Romeo e Giulietta del 1823) e Andrea Appiani (L’apoteosi di Napoleone).

Cosa fare durante il Ponte dell'Immacolata a Milano e non solo
Villa Carlotta – Lago di Como.
Apertura straordinaria durante il Ponte dell’Immacolata, da domenica 6 a martedì 8 dicembre

Orari di apertura durante il ponte dell’Immacolata: 6-7-8 dicembre, dalle 10.00 alle 16.00. Villa Carlotta fa parte dei 90 siti di interesse storico ed artistico della Lombardia visitabili liberamente e senza limiti con Abbonamento Musei Lombardia Milano, tessera valida 365 giorni dalla data di acquisto.

Sabato: La Tempesta al Rivolta di Marghera, Festival d’inverno

Edizione numero cinque per il festival invernale della Tempesta che si svolgerà, sabato 5 dicembre, al Centro sociale Rivolta di Marghera (Ve).
Due i palchi del festival: sul palco Hangar si esibiranno Management del Dolore Post-Operatorio, Bachi di Pietra, Teatro degli orrori, Aucan, Erio, Godblesscomputers, Yakamoto Kotzuga e Garrincha Sound System.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre
Sabato 5 dicembre Festival invernale de La Tempesta al Rivolta

La novità di questa edizione è l’Open Space, uno spazio dedicato alle produzioni di fumetti indipendenti chiamato Fumetti Fantasmi con ospiti Dr. Pira, Ratigher, Filosa, Davide Toffolo e altri nomi legati al mondo del fumetto non ancora noti. Il CS Rivolta di Marghera è in via Fratelli Bandiera 45. Apertura cancelli alle ore 18. Quest’anno non è prevista la prevendita dei biglietti ed il costo sarà di 15 euro. Ai primi mille ingressi verrà regalato un cd compilation dell’etichetta.
Maggiori info all’ articolo dedicato e su www.rivoltapvc.orgwww.latempesta.org.

Da venerdì a domenica: Prima della Prima. Giovanna d’Arco torna in Città

La prima de La Scala si avvicina e, come ogni anno, il Comune di Milano offre a tutti la possibilità di partecipare ad una serie di eventi in città dedicati all’opera in cartellone che, quest’anno, è dedicata alla Giovanna D’Arco di Giuseppe Verdi diretta dal maestro Riccardo Chailly.

Fino al 13 dicembre saranno 50 gli eventi gratis inclusi nel programma ‘Giovanna D’Arco torna in città’: proiezioni, concerti, spettacoli, conferenze e laboratori dedicati a Giovanna D’Arco, con il coinvolgimento di nomi illustri quali Carla Fracci, Patti Smith e Monica Guerritore.

Durante la settimana che precede la Prima, nei mezzanini Atm delle stazioni Duomo e Cadorna e in Galleria Vittorio Emanuele II verranno diffusi i brani dell’opera di Verdi. Di seguito vi suggeriamo gli appuntamenti per il week end. Fino al 13 dicembre allo Spazio Oberdan e MIC – Museo Interattivo del Cinema si terrà la maratona cinematografica ‘Il mio nome è Giovanna, Giovanna D’Arco‘: ogni giorno verrà proiettato uno dei numerosi film dedicati all’eroina di Francia. Sabato 5 dicembre alle 19, presso lo Spazio Teatro 89 (via Fratelli Zoia 89) va in scena ‘150 anni dopo – Con Giovanna d’Arco la Scala riscopre la sua tradizione’, dialogo pubblico tra il Maestro Riccardo Chailly e l’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

Domenica 6 dicembre dalle 18.30 Palazzo Edison (Foro Bonaparte 31) vedrà ospite Patti Smith che svelerà la sua grande passione per l’opera lirica durante “Patti Smith VS Giovanna d’Arco: storie di donne simbolo di libertà”. Il 7 dicembre sul maxischermo si potrà seguire la diretta della Prima, mentre a chiusura della rassegna ci sarà il film documentario “Teatro alla Scala. Il Tempio delle Meraviglie”.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre
Tutti gli eventi prima della Prima! Giovanna d’Arco torna in Città! Foto di Alessio Bragadini via Flickr – licenza CC BY-SA 2.0

Infine lunedì 7 dicembre alle 15.45 appuntamento alla Triennale con la Maratona Scaligera: lettura corale di Paura alla Scala, classico racconto di Dino Buzzati, eseguita tra gli altri da Andrea Kerbaker e Marta Morazzoni, Pier Luigi Vercesi e Anna Nogara. La Prima delle Scala sarà proiettato in diretta in molti luoghi di Milano (elenco completo su http://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/st/Giovanna_Darco/Le_proiezioni_in_citta)

Da venerdì a domenica: Jazz Re Found Festival 2015 a Torino

L’ottava edizione del Jazz:Re:Found Festival quest’anno sbarca a Torino lasciando, dopo sette anni, Vercelli.

Un festival nato come “piccolo appuntamento fra amici” all’insegna del rare groove e del disco boogie, edizione dopo edizione si è conquistato lo status di uno fra gli appuntamenti più importanti ed intelligenti per quanto riguarda la musica jazz, soul, funk, blues “contaminata” da ritmi contemporanei come l’hip hop, house e techno, l’afrofuturismo digitale, urban.

Dopo il debutto, lo scorso 20 novembre con un’anteprima al Teatro della Concordia di Venaria con la Cinematic Orchestra, gruppo simbolico dell’identità scelta dal festival, la rasegna prende il via ufficiale dal 3 al 7 dicembre nel capoluogo piemontese.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre
Jazz Re Found Festival 2015 a Torino dal 3 al 7 dicembre

Ecco alcuni degli ospiti del festival: Carl Craig, Moodymann e Theo Parrish (questi due insieme in console, in una eccezionale esclusiva nazionale), gli innovatori degli stilemi dance quali Gold Panda, Debruit e Populous, cavalieri del jazz-rock estremo alla Thundercat e una vera e propria leggenda (nonché ispirazione per le giovani generazioni del clubbing) come Roy Ayers.

Il Festival si svolge in location varie, tutte le info su costi ed orari qui. I biglietti possono essere acquistati dal sito con biglietti a partire da 5 euro. E’ possibile acquistare tre tipologie di Full Pass che comprendono diversi appuntamenti a partire da 26 euro.

Da venerdì a domenica: Darsena Christmas Village

Primo weekend per entrare nell’atmosfera natalizia col Darsena Christmas Village, aperto al pubblico fino al 10 gennaio. Cosa troveremo? Naturalmente l’Albero di Natale alto 15 metri allestito all’interno dello specchio d’acqua, il mercatino con prodotti di artigianato, addobbi natalizi, legno e food di qualità, tre temporary galleggianti, due di 120 mq, il terzo di 240 mq che ospiterà i Consorzi dei Vini di Lombardia e artigiani di panettone e torrone.

Punto di forza del villaggio saranno la pista del ghiaccio di 15 metri per 30 posizionata direttamente a sbalzo sull’acqua e la Casa di Babbo Natale alla quale i bambini arriveranno su una slitta acquatica. Il CuboLed sarà trasformato in calendario dell’Avvento e proietterà video artistici e tematici, che accompagneranno spettacoli di luce, fuoco e acqua organizzati nei momenti principali del periodo (Sant’Ambrogio, Natale, Capodanno, Epifania).

Durante tutto il periodo di apertura del villaggio si alterneranno eventi, animazioni e proposte culturali sul Naviglio Pavese.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre
Fino al 10 gennaio festeggia il Natale al Darsena Christmas Village

Non è finita qui: a Parco Baden Powell e sull’Alzaia Naviglio Grande, in un’isola natalizia, i bambini potranno anche percorrere un ‘Bosco delle fiabe’ e ascoltare i racconti letti dai personaggi fantastici comodamente accomodati  sui pouf. La zona fra la Darsena e Piazza XXIV Maggio sarà completamente illuminata. il Natale è sempre più vicino!

Da venerdì a domenica: Vivien Maier in mostra alla Galleria Forma Meravigli di Milano

Resta visitabile fino al 31 gennaio 2016, presso la Galleria Forma Meravigli di Milano, l’attesissima mostra fotografica dedicata a Vivian Maier, tata di professione e fotografa per passione che ha conquistato il mondo con i suoi scatti di luoghi, particolari e gente delle città in cui ha vissuto, New York e Chicago. Possiamo certamente considerarla la pioniera della street photography! La Maier aveva sempre fotografato per se stessa, di lei si sa poco e quest’alone di mistero accresce certamente il suo fascino. A scoprirla fu, nel 2007, John Maloof – agente immobiliare e figlio di un rigattiere – che acquistò durante un’asta parte dell’archivio della Maier confiscato per un mancato pagamento. Maloof capì subito di trovarsi di fronte ad un grandissimo tesoro!

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre
Da non perdere a Milano: mostra fotografica dedicata a Vivian Maier fino al 31 gennaio alla Galleria Forma Meravigli

La mostra raccoglie 120 fotografie in bianco e nero realizzate tra gli anni Cinquanta e Sessanta, insieme a una selezione di immagini a colori scattate negli anni Settanta, oltre ad alcuni filmati in super 8 che mostrano come Vivian Maier si avvicinasse ai suoi soggetti. Mostra aperta al pubblico tutti i giorni dalle 11 alle 20, e giovedì dalle 12 al 23. Biglietto intero 8 euro, ridotto 6 euro. Aperture durante le festività: 7 e 8 dicembre dalle 11 alle 20, 24 dicembre dalle 11 alle 15, 26 dicembre dalle 15 alle 20, 31 dicembre dalle 11 alle 15, primo gennaio 2016 dalle 15 alle 20, 6 gennaio 2016 dalle 11 alle 20. Chiuso a Natale.

Da venerdì a domenica: riscoprire il genio e la tecnica di un grande sculture milanese con “Adolfo Wildt. L’ultimo simbolista”

Approfittate del weekend per riscoprire il genio e la tecnica di un grande scultore milanese, Adolfo Wildt, grazie alla mostra “Adolfo Wildt (1868-1931). L’ultimo simbolista” ospitata alla Galleria di Arte Moderna di Milano (ne abbiamo parlato qui). La mostra, realizzata con la straordinaria collaborazione dei Musées d’Orsay et de l’Orangerie di Parigi, presenta un percorso articolato in 55 opere in gesso, marmo, bronzo, con una serie di disegni originali e alcune opere a confronto: oltre alla Vestale di Antonio Canova,  sono esposte opere di Fausto Melotti, Lucio Fontana e Arrigo Minerbi.

Adolfo Wildt Carattere fiero - Anima gentile (1921) Marmo con dorature Fondazione Musei Civici di Venezia, Galleria Internazionale d'Arte Moderna di Ca' Pesaro
Adolfo Wildt: Carattere fiero – Anima gentile (1921)
Marmo con dorature. Fondazione Musei Civici di Venezia, Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro

Forse non tutti sanno che… proprio a Wildt si deve una splendida e curiosa scultura che riproduce un orecchio con tanto di padiglione auricolare, condotto uditivo e ciocche di capelli. La scultura aveva la funzione di citofono, uno dei primi esemplari dell’epoca, attraverso il quale si parlava con la portineria: se non l’avete mai vista, potete ammirarla in via Serbelloni 10, a Milano, accanto l’ingresso del Palazzo Sola-Busca. La musica ha reso omaggio all’orecchio di Wildt, che è stato utilizzato dal cantautore milanese Eugenio Finardi per la copertina del suo album “Acustica”. I biglietti per la mostra in Galleria d’Arte Moderna sono in vendita su Ticketone.it.

Segnaliamo ai nostri lettori che la mostra è ad ingresso libero e gratuito per i possessori della tessera Abbonamento Musei Lombardia Milano, di cui vi abbiamo parlato in un articolo dedicato.

Da venerdì a domenica: i capolavori di Hayez in mostra alle Gallerie d’Italia

I capolavori di Francesco Hayez, tra i protagonisti del romanticismo pittorico italiano ed europeo, sono esposti fino al 21 febbraio negli spazi monumentali delle Gallerie d’Italia a Milano. Opere come i celeberrimi ritratti del Manzoni o della Principessa Belgiojoso, le opere di ispirazione storica, sacra o mitologica, le suggestioni orientaliste, i meravigliosi e sensuali nudi femminili.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre
Francesco Hayez, I due Foscari, 1838-1840

Tra le opere esposte, provenienti dalle maggiori collezioni pubbliche e private, va segnalata la presenza di tutte e tre le versioni del Bacio, dipinto-icona dell’arte di tutti i tempi, oltre alle lunette affrescate destinate all’ufficio della Borsa di Venezia, a Palazzo Ducale, mai viste in pubblico. Biglietti in vendita su Ticketone.it.

I possessori della tessera Abbonamento Musei Lombardia Milano possono accedere liberamente e senza pagare costi aggiuntivi alle Gallerie d’Italia.

HARD CANDY di Corrado d’Elia al Teatro Libero di Milano

Dall’1 al 14 dicembre al Teatro Libero di Milano (via Savona 10) andrà in scena uno spettacolo diretto da Corrado d’Elia, “Hard Candy” di Brian Nelson, tratto da una storia vera portata al cinema nel 2005. Lo spettacolo, consigliato ai maggiori di 14 anni ed interpretato da Alessandro Castellucci e Desirée Giorgietti, indaga il mondo sommerso delle chat, la cronaca dei nostri giorni, la pedopornografia, i risvolti psicologici delle nostre mille facce nascoste, le pulsioni più sotterranee, le perversioni di cui poco comprendiamo, poco sappiamo e per nulla parliamo.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre
Hard Candy in scena al Teatro Libero di Milano dall’1 al 14 dicembre

Una ragazzina e un uomo si conoscono in chat, s’incontrano, e niente sarà più come prima. Corrado d’Elia firma la regia di una favola nera che vede protagonista un’affascinante e pericolosa vittima che si tramuta rapidamente in carnefice. Lo spettacolo andrà in scena venerdì dalle ore 21.00, e domenica dalle ore 16.00 (giorno di riposo sabato 5 dicembre). Biglietti: 21€ intero, 15€ ridotto (under26 e over60), 10€ ridotto (studenti universitari). Info: www.teatrolibero.it

Dolci terre di Novi: rassegna enogastronomica e tour alla scoperta del territorio

Da sabato 5 a martedì 8 Dicembre l’amministrazione comunale di Novi Ligure, nel Centro fieristico di viale dei Campionissimi, ha organizzato la XX edizione di Dolci terre di Novi, la rassegna enogastronomica delle eccellenze del territorio. Verrà riproposta la formula collaudata dei percorsi del gusto, sei itinerari che si snoderanno all’interno dei padiglioni espositivi raggruppando le diverse produzioni agroalimentari in categorie: Presìdi Slow Food, formaggi e salumi, prodotti della terra, dolci, vini e distillati, pastifici. 

Domenica 6 dicembre è in programma un tour speciale dall’antica città dei romani, Libarna, alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche del territorio. Nel pomeriggio trasferimento a Gavi, per la visita all’omonimo Forte‬. E’ possibile prenotare il tour scrivendo a info@distrettonovese.it

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre
Forte di Gavi. Foto di Christian Longhi Arcella via alessandrialisondria.altervista.org

La rassegna Dolci terre di Novi è ad ingresso libero e inaugura sabato 5 dicembre alle ore 10.00. Orario di apertura: da sabato 5 a martedì 8 dicembre, dalle 10.00 alle 21.00. Ulteriori informazioni su http://www.distrettonovese.it/

Al Grande Museo del Duomo di Milano un viaggio nel Natale del mondo

Il Museo del Duomo vi aspetta ogni domenica, fino al 20 dicembre, per “Natale nel mondo”, una visita guidata che è un giro del mondo, alla scoperta delle tradizioni con cui si festeggia il Natale, da un capo all’altro della Terra.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre
Mitra di Colibrì – Museo del Duomo di Milano. Foto via museo.duomomilano.it

Il percorso, grazie alla preziosa Mitra di Colibrì creata in Messico nel XVI secolo, farà scoprire ai presenti i festeggiamenti con le pinatas, tipiche del paese del centro America. La statua di Santa Lucia ci guiderà invece in Svezia, dove il 13 dicembre si celebra la Regina della Luce. Il viaggio farà tappa anche in Italia, rappresentata da Milano e dal suo simbolo nel mondo, la Madonnina, che abbraccia la città e che ci porterà in un antico forno, famoso per il classico panettone. Ispirati dalle usanze degli altri popoli, sarà anche possibile costruire tutti assieme un bellissimo addobbo da appendere all’albero di Natale.

La Mitra di Colibrì è un prezioso manufatto amanteco, realizzato dagli indigeni amerindi per farne dono a papa Pio IV (1499-1565) che lo regalò in seguito al nipote Carlo Borromeo, Arcivescovo di Milano (1538-1584). La mitra è illustrata con le Storie dalla Passione di Cristo, dal Bacio di Giuda alla Crocefissione, attraverso la composizione minuziosa di penne di uccelli tropicali, che accostate tra loro compongono non solo le figure ma l’intera superficie. Le penne sono “montate” su carta d’agave, poi foderata con tela. La mitra di Milano è uno dei sette esemplari che dal XVI secolo sono giunti fino a noi, le altre sono conservate a New York, Madrid, Firenze, Lione, Toledo e  Vienna.

Il costo della visita guidata è di 2€ incluso il biglietto di ingresso al Museo. Prenotazione obbligatoria: dal lunedì al venerdì alla email didattica@duomomilano.it o al numero 0289015321; sabato e domenica solo via email a didattica@duomomilano.it

Museo del Design 1880-1980: visite guidate gratuite alla scoperta di 100 anni di storia del design

Sabato 5 e domenica 6 dicembre, alle ore 16.30, il Museo del Design 1880-1980 offre visite guidate gratuite alla scoperta di 100 anni di storia del design.

Il Museo, in via Borsi 9 a Milano, presenta una collezione tra le più importanti d’Europa, alla base del progetto museale originario ideato e fondato da Raffaello Biagetti nel 1988, con i contributi curatoriali di Giovanni Klaus Koenig, Filippo Alison e Giuseppe Chigiotti.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre
Milano: il 5 e 6 dicembre visite guidate gratuite al Museo del Design 1890 – 1990

Il Museo del Design 1890-1990 (ne abbiamo parlato in un articolo precedente) presenta un percorso spaziale per isole cronologiche: si parte nel cuore dell’Art Nouveau, proseguendo verso la Scuola Viennese e il Bauhaus, percorrendo gli anni 50 – rappresentati da progettisti scandinavi, italiani e americani quali Alvar Aalto, Charles and Ray Eames, Carlo Mollino, Carlo Scarpa, Luigi Caccia Dominioni e Gio Ponti – e quindi gli anni 60, che vedono protagonista il boom economico italiano. L’itinerario della mostra si chiude con le espressioni rivoluzionarie del design radicale e la nascita dei movimenti Alchimia e Memphis.

Le visite guidate in programma il 5 e 6 dicembre sono incluse nel costo del biglietto d’ingresso. Per info e prenotazioni: 02 83413302, http://www.museiitaliani.org/museo-del-design-1880-1980/

Natale a Morimondo

Fino al 20 dicembre cercate le vostre idee regalo nella magnifica cornice del centro storico di Morimondo (Mi): nei chioschetti di legno allestiti sul piazzale della Abbazia cistercense, fondata nel 1134, si potranno trovare i prodotti tipici del Natale. Dai dolci agli addobbi, dai biscotti alle bambole di pezza, dai pizzi ricamati agli oggetti artigianali di vetro e ceramica, ammirando luci e scorci di paesaggio mentre si gustano le specialità gastronomiche.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 4 dicembre a domenica 6 dicembre
Presepi da tutto il mondo a Morimondo. Foto di Paolo Vanadia

La storica Abbazia vedrà l’esibizione di cori e concerti, ad ingresso gratuito, sia domenica 6 dicembre (concerto di Natale dalle ore 17.00) che le due domeniche successive. Basterà entrare nel chiostro cistercense per vivere il mistero della Natività con il presepio a grandezza naturale. Ulteriori informazioni su http://www.prolocomorimondo.eu/

Una nota per chi ci segue tramite la newsletter: questo articolo potrebbe essere aggiornato nel corso della settimana, con ulteriori idee per un weekend diverso, divertente, alla scoperta degli eventi più interessanti a Milano e non solo.

Paolo Vanadia, Giulia Minenna

Gli eventi di eventiatmilano su Radio VivaFM