Vigna di Leonardo a Milano

Caricamento Eventi
cosa vedere a Milano: visita la Vigna di Leonardo e Casa Atellani

Vigna di Leonardo e Casa degli Atellani: come arrivare, costo dei biglietti e audioguida

La Vigna di Leonardo da Vinci – riaperta al pubblico da martedì 27 aprile – rende Milano unica perché forse in nessuna grande città, nel mondo, ed in pieno centro, è possibile trovare una vigna! Scopri come visitare la Vigna di Leonardo da Vinci con audioguida, acquistando biglietti in modo da evitare code di attesa.

Nasceva il 15 aprile del 1452 il genio Leonardo da Vinci. La città di Milano è costellata di luoghi a lui legati. Un esempio? La meravigliosa Casa degli Atellani in Corso Magenta.

Appartiene alla famiglia Conti che, all’inizio del Novecento, recuperò la dimora quattrocentesca di Giacomotto della Tela (Atellani). Sono visitabili il cortile, alcune sale affrescate tra il XV e il XVI sec. e il lussureggiante giardino che ci si aspetterebbe di vedere in una villa di campagna, non certo in città.

Alla fine del Quattrocento, nel 1498, proprio in questo luogo, mentre Leonardo dipingeva l’affresco del Cenacolo, ebbe in dono da Ludovico il Moro una vigna.

Il vigneto di Leonardo, da quanto si evince da un libro di Luca Beltrami (accessibile on line grazie alla Biblioteca digitale del Museo Galileo di Firenze), misurava 15 pertiche e 3/4, era di forma rettangolare, larga circa 52 metri e lunga 160 per un totale di poco meno di un ettaro (8320 mq). Pare che Leonardo tenesse molto a questo terreno tanto da visitarlo di continuo e coltivarlo, per produrne vino; immaginiamo anche che vari furono gli esperimenti che condusse affinché il vino avesse un sapore invidiabile!

Leonardo Ne difese la proprietà dopo la confisca avvenuta nel 1502 quando fu costretto a lasciare Milano per rifugiarsi a Mantova in seguito all’invasione francese del Ducato di Milano e che costrinse anche Ludovico il Moro a fuggire e a rifugiarsi ad Innsbruck.

Successivamente, nel suo testamento, redatto ad Amboise in Francia un mese prima della morte, ordinò che la vigna rettangolare venisse suddivisa in due lotti uguali, da assegnare ad un suo allievo, ed al servitore che l’aveva seguito in Francia. Nell’ultimo atto documentato in vita, Leonardo si ricordò della sua vigna.

Quattrocento anni dopo, nella notte tra il 12 ed il 13 agosto 1943, attorno alla mezzanotte, scattò a Milano un allarme aereo. Su Milano furono inviati 500 aerei della Royal Air Force inglese, con l’intento di creare sulla città il cosiddetto vortice di fuoco, per annientarla totalmente.

L’inferno provocato da 2000 tonnellate di bombe durò per circa un’ora. Il centro cittadino fu la zona più colpita, così come i quartieri Ticinese, Garibaldi, Sempione. Gli incendi divamparono ovunque, con effetti distruttivi su molti palazzi; il Duomo riportò gravi danni, così come la Galleria e Santa Maria delle Grazie (miracolosamente salvo invece il Cenacolo, “bloccato” nei sacchi di sabbia).

Un tremendo incendio distrusse, poco lontano da Santa Maria delle Grazie, la vigna Leonardesca, si pensava in modo assolutamente irreparabile. Ed invece, ecco il miracolo, reso possibile dalla tenacia e dalla grande esperienza di Luca Maroni, analista sensoriale ed enologo.

Maroni, dopo 11 anni di lavoro è riuscito nell’intento della sua missione: ritrovare e reimpiantare in Milano l’originaria vigna di Leonardo da Vinci. Maroni avviò la sua missione nel 2004.

La ricerca lo portò all’identificazione certa dell’ultima parcella superstite del vigneto di Leonardo. Arrivò l’idea vincente: ”ma se la vite fu distrutta da un incendio, allora le radici sottoterra sono ancora integre, e magari scavando si possono ritrovare ricavandone frammenti cellulari ancora vivi per identificarla, riportarla in vita e ripiantarla, nella stessa posizione, della stessa identica natura dell’originale!”

Si scoprì che i residui vegetali trovati ancora vivi e interrati nel sito originale erano della vite di Leonardo: Malvasia di Candia, la specie. Le viti così selezionate e individuate sono state reimpiantate il 20 marzo 2015.

[Altre info: www.vignadileonardo.com]

Il 27 aprile riapre la Vigna di Leonardo: nuovi orari di apertura e modalità di accesso

Martedì 27 aprile riapre la Vigna di Leonardo da Vinci a Milano. Il Museo sarà visitabile dal martedì alla domenica, dalle ore 9.00 alle 18.00, con prenotazione consigliata su Musement sia per la visita con audioguida, sia per la visita guidata.

Le visite cominciano ogni 60 minuti, ultimo ingresso ore 17.00. Sarà nuovamente attivo il preacquisto del biglietto online, o presso la biglietteria in C.so Magenta 65. L’ingresso museale verrà contingentato e scaglionato a piccoli gruppi e la visita comprenderà il servizio di audioguida indipendente. Le audioguide verranno sanificate dopo ogni utilizzo.

Orari della Caffetteria: anche la Caffettiera della Vigna riapre il servizio ai tavolini sotto la tribuna di Santa Maria delle Grazie e d’asporto, dal martedì alla domenica ore 9.00 – 18.00. La Caffetteria è accessibile non solo ai visitatori della Vigna, ma anche a chi, passando da Corso Magenta, volesse trovare il tempo per un caffè o un pranzo con vista sulla meravigliosa tribuna bramantesca.

La Vigna di Leonardo da Vinci è in Corso Magenta 65 a Milano. Per altre info chiama al numero della biglietteria: +39.02.4816150

Vuoi scoprire tutti gli eventi da non perdere a Milano (e non solo) oggi, questo weekend e nel fine settimana? Iscriviti alla newsletter con tutte le ultime news e gli sconti validi per i lettori di Eventiatmilano.it

Eventi in programma

Nella sezione seguente è mostrato l’elenco completo delle mostre e degli altri eventi in programma presso la Vigna di Leonardo da Vinci. Scopri tutti gli eventi in programma oggi e gli eventi a Milano di questo mese.

Biglietti e audioguida per la Vigna di Leonardo e la Casa degli Atellani

Cosa vedere a Milano? Tra le location da non perdere in città, da segnalare la splendida Vigna di Leonardo da Vinci. Acquista la visita con audioguida: le prevendite biglietti ti daranno modo da evitare code di attesa.

Passeggia nello splendido giardino e ammira l’antica Casa degli Atellani, restaurata dall’architetto Piero Portaluppi. Segui il percorso con l’ausilio dell’audioguida e dei pannelli descrittivi. Evita le code e visita uno dei luoghi meno noti della Milano di Leonardo.

Punto di incontro: biglietteria Vigna di Leonardo da Vinci.

Lingua: l’audioguida multilingue è disponibile in inglese, italiano, francese, spagnolo, tedesco, portoghese, russo, giapponese, cinese, coreano. La visita guidata è disponibile in inglese e italiano.

Come arrivare alla Vigna di Leonardo?

  • Metro: MM1/MM2 Cadorna, MM1 Conciliazione
  • Treno: FNM Stazione Cadorna
  • Tram: 16
  • Autobus: 18, 50, 58, 94

Costi e tipologie dei biglietti

  • Visita con audioguida in lingua italiana o inglese: 12€ (acquista il biglietto su Musement)
  • Visita guidata in lingua italiana o inglese: 25€ (acquista il biglietto su Musement)
  • Adulti: 10€
  • Ridotti: 8€ (over 65, ragazzi da 6 a 18 anni, studenti)
  • Gruppi/Scuole: 8€ a partire da 20 visitatori (necessaria la prenotazione all’indirizzo email info@vignadileonardo.com)
  • Ingresso gratuito per: Bambini fino a 5 anni, portatori di handicap e relativi accompagnatori, possessori della card “Abbonamento Musei Milano e Lombardia”

Vigna di Leonardo a Milano

Location

Vigna di Leonardo a Milano

Corso Magenta, 65 Milano, 20123 Italia

+ Google Maps

Telefono

02 4816150

Pubblicità

Prossimi Eventi

  • Non sono stati trovati risultati.