Parco delle Cave, Milano

Caricamento Eventi
Parco delle Cave di Milano: orari di apertura, indirizzo, parcheggio ed altre informazioni utili

Parco delle Cave di Milano: orari di apertura, indirizzo, parcheggio ed altre informazioni utili

Ancora quando non si parlava di Parco delle Cave le attività estrattive di ghiaia e sabbia iniziate negli anni ’20 formarono i famosi laghetti chiamati Cave. In questa area si insediarono due Società sportive di pesca, la “U.P. Aurora Arci” nel 1929 presso l’omonima cava e l’Associazione Il Bersagliere nel 1933 presso la Cava Casati.

Negli anni 50 e 60 si sono cominciate a scavare le cave Cabassi e Quinto Romano: la cava Cabassi è poi stata parzialmente richiusa fino all’anno 1977, mentre le cave di Quinto Romano (Ongari e Cerruti) hanno terminato l’estrazione pochi anni fa. (le foto si trovano seguendo il link foto – foto storiche del Parco) Sull’area c’è ancora attiva l’attività agricola svolta presso la Cascina Caldera dall’Azienda Agricola Caldera (di Zamboni Franco e Campi Paolo) che da oltre 50 anni lavora i terreni attorno alla Cascina Linterno e nel Parco delle Cave mantenendo attive anche le preziose marcite.

Parco delle Cave, Milano
Parco delle Cave, Milano. Foto di Massimiliano Donghi

L’idea di creare il parco nacque negli anni 70 e il Comune di Milano cominciò ad interessarsi per iniziare il risanamento dell’area mentre alcuni volenterosi riuscirono a coinvolgere il Consiglio di Zona 18 (ora Consiglio di Zona 7). Nacque il Comitato Minimarcia, che organizzò per anni la manifestazione denominata “Minimarcia per il Futuro Parco delle Cave”.

Nel frattempo presso il Consiglio di Zona fu istituita la prima commissione Acque. Nel 1979 l’Assessorato all’Ambiente fa avviare la bonifica della Cava Cabassi le cui acque vengono arricchite di ossigeno per rivitalizzarle. Nel 1980/81 il Comune incarica gli architetti Oge Lodola e Gian Luigi Reggio di eseguire i primi studi e un Piano Particolareggiato – approvato poi nel 1986 – che individua il perimetro del parco e ne stabilisce il disegno. Nel frattempo il Consiglio di Zona e numerose associazioni cercano di sollecitare l’attenzione della città sul futuro del parco.

Vengono promosse iniziative culturali e sportive in cui sono coinvolte anche le scuole finché, nel 1984, si costituisce il Comitato Salvaguardia del Parco delle Cave che riunisce le associazioni attive sul territorio e coordina gli sforzi per la chiusura della caccia sull’area.

Ma nonostante gli sforzi, il degrado cresce: uno sfasciacarrozze si insedia sulla sponda della Cava Cabassi, sorgono numerosi orti spontanei, viene edificata una residenza abusiva, continua illecitamente l’attività estrattiva in una delle cave e i cacciatori hanno campo libero. Solo nel 1993 iniziano i lavori sulla base del progetto Lodola-Reggio che però incontrano molti ostacoli, anche di tipo finanziario.

Nel 1996, dopo venti anni di lavoro e investimenti di diversi miliardi di lire, il Comune dispone solo di due aree da 20 ettari ciascuna, una nella zona nord e l’altra nella zona sud del parco, parzialmente realizzate. Nel 1996, oltre all’Az. Agricola Zamboni, (ora Azienda Agricola Caldera), alle Associazioni “U.P. Aurora, e “Il Bersagliere”, nel parco sono presenti anche l’Associazione Shadow Archery Team e l’Associazione Cava Cabassi Onlus.

Complessivamente le aree gestite dall’Azienda Agricola e dalle Associazioni sono oltre il 50% dell’intera area espropriata.

[Altre info: www.parcodellecave.it]

Parco delle Cave di Milano e le Lusiroeule Linternine

La “lusiroeula” del Parco delle Cave è tra gli appuntamenti più amati della primavera milanese. Il periodo compreso tra fine maggio e inizio giugno è quello di massima luminescenza delle lucciole e quindi il momento migliore per cercare di avvistarle.

Per evitare il sovraffollamento l’Associazione Amici Cascina Linterno mette a disposizione dei visitatori una mappa con il percorso da seguire per visitare in modo autonomo il parco e attraversare i luoghi “giusti” dove poter vedere le lucciole nella loro danza nuziale.

Le passeggiate vengono solitamente precedute da un breve briefing sulle poche e semplici regole da rispettare per ridurre al minimo l’inevitabile impatto all’ecosistema provocato dalla nostra presenza. Va ricordato che, in quelle magiche serate, saremo noi gli “intrusi” nel delicato ecosistema del Parco delle Cave e quindi dovremo impegnarci concretamente per una corretta e consapevole frequentazione.

Lusiroeule Linternine: le regole da rispettare

Si raccomanda vivamente di seguire le seguenti regole in occasione delle Lusiroeule Linternine:

  • non usare assolutamente flash fotografici (del tutto inutili)
  • camminare sulle stradine principali
  • non debordare nell’erba per il pericolo di schiacciare le lucciole
  • stare in silenzio
  • camminare lentamente
  • limitare l’utilizzo delle torce tascabili (anche cellulari) per evitare il disturbo che potremmo arrecare (anche inconsapevolmente) alle lucciole nel momento più importante della loro breve esistenza, la “Danza Nuziale”.
Piccola Lusiroeula: percorso di visita consigliato al Parco delle Cave per osservare le lucciole
Piccola Lusiroeula: percorso di visita consigliato al Parco delle Cave per osservare le lucciole

Percorso di visita consigliato

Questo il percorso di visita consigliato dagli Amici di Cascina Linterno: da Via Cancano (possibilità di parcheggio), raggiungere il pontile della Cava Cabassi (1) e costeggiarla sulla destra fino in fondo (2).

Al termine del laghetto, all’altezza della Cava Aurora, inizia l’Area del “Boscaccio” con l’ex Cabina Elettrica (3) il Fontanile Corio e tantissime lucciole a volo radente. Proseguire sullo sterrato e svoltare a destra lambendo lo Stagno (spettacolo “mozzafiato” con ancora migliaia di lucciole) per poi (4) ammirare (sulla sinistra ma senza entrare) le lucciole nel bosco di Cava Casati e giungere (5) alle aree agricole di Cascina Linterno.

Svoltare nuovamente a destra costeggiando lo Stagno e quindi piegare a sinistra per raggiungere il ponticello (6) sulla destra che riporta nell’Area della Cava Cabassi ed in Via Cancano, al punto di partenza.

Credits immagine di copertina: foto via italianbotanicalheritage.com

Contrasto alla diffusione del Virus Covid-19: regole da rispettare

Nel rispetto dei provvedimenti adottati per il contrasto alla diffusione del Virus Covid-19, per il 2020 non verranno organizzare le consuete serate nel Parco delle Cave per l’osservazione delle Lucciole nel magico periodo della loro Danza Nuziale.

L’accesso ai parchi è però consentito, in base alle ultime disposizioni emesse, a condizione di non creare assembramenti, mantenendo una distanza di almeno un metro gli uni dagli altri e con apposita mascherina.

In alternativa alle classiche “Lusiroeule Linternine” è possibile effettuare ugualmente la visita ma in totale autonomia e sicurezza, seguendo un percorso semplificato e ad “anello”, con partenza ed arrivo in Via Cancano, costeggiando il laghetto Cabassi, l’Area Naturalistica e le aree agricole di Cascina Linterno.

Credits immagine di copertina: foto via italianbotanicalheritage.com

Vuoi scoprire tutti gli eventi da non perdere a Milano (e non solo) oggi, questo weekend e nel fine settimana? Iscriviti alla newsletter con tutte le ultime news e gli sconti validi per i lettori di Eventiatmilano.it

Eventi in programma

Nella sezione seguente è mostrato l’elenco completo delle Stramilano training e degli altri eventi in programma presso il Parco delle Cave di Milano. Scopri tutti gli eventi in programma oggi e gli eventi a Milano di questo mese.

Indirizzo Parco delle Cave, Milano

Parco delle Cave, Milano

Via Bonaventura broggini Milano, 20152 Italia

Prossimi Eventi