2 febbraio: riapertura al pubblico di Triennale Milano

Triennale Estate - programma eventi fino a domenica 4 luglio

2 febbraio: riapertura al pubblico di Triennale Milano

Riapertura al pubblico di Triennale Milano: orari di apertura e mostre da scoprire

Da martedì 2 febbraio Triennale Milano riapre al pubblico, con il Museo del Design Italiano e le mostre Enzo Mari curated by Hans Ulrich Obrist with Francesca Giacomelli (fino al 18 aprile 2021), Claudia Andujar: La lotta Yanomami (fino al 5 febbraio 2021), realizzata in partnership con Fondation Cartier pour l’art contemporain di Parigi, e Mirabilia (fino al 4 aprile 2021), realizzata in collaborazione con la Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte.

Nella prima giornata di apertura al pubblico, martedì 2 febbraio, oltre 300 visitatori sono stati in Triennale. “Un dato davvero positivo e incoraggiante – commenta Stefano Boeri, Presidente di Triennale Milano – È un segnale della voglia di tornare a frequentare i luoghi della cultura, e di farlo in tutta sicurezza. E la grande presenza di giovani tra il pubblico venuto ieri in Triennale è un bellissimo modo per ripartire.”

A fronte di questo risultato, Triennale Milano ha deciso di prorogare fino alle ore 21.30 l’apertura nelle giornate di giovedì e di venerdì. Gli orari di apertura saranno quindi i seguenti: martedì-mercoledì ore 11.00-20.00, giovedì-venerdì ore 11.00-21.30.

Sempre nelle giornate di giovedì e venerdì, alle ore 19.00, riprenderanno anche le visite guidate in presenza alla mostra Enzo Mari curated by Hans Ulrich Obrist with Francesca Giacomelli (a partire dal 4 febbraio). Il costo è di 5 euro, da aggiungere al biglietto per la mostra.

Riapriranno al pubblico anche il Caffè Triennale (dalle ore 11.00 alle 18.00) e lo Store (dalle ore 11.00 alle 20.00). I visitatori potranno accedere agli spazi di Triennale nel rispetto delle norme di distanziamento e di sicurezza pubblica.

Proseguono inoltre gli appuntamenti del palinsesto digitale Triennale Upside Down, con una serie di contenuti speciali e approfondimenti dedicati alle mostre, al Museo del Design Italiano e alle attività di Triennale Milano Teatro, pubblicati sul sito e i canali social dell’istituzione.

I Partner Istituzionali Eni e Lavazza e l’Institutional Media Partner Clear Channel sostengono le mostre e le attività di Triennale Milano.

Virtual tour, visite guidate e laboratori per bambini

La proposta di Triennale Milano continuerà a portare avanti un dialogo tra attività in presenza e iniziative sulle piattaforme digitali, con il programma Triennale Upside Down.

Per i fine settimana, vista la chiusura delle istituzioni culturali prevista dalle disposizioni governative, Triennale arricchisce la sua offerta online con visite guidate e laboratori per bambini, che inizieranno da domenica 7 febbraio e saranno gratuiti.

Dopo aver reso accessibile la mostra dedicata a Enzo Mari e il Museo del Design Italiano su Google Arts & Culture, verranno organizzate proprio attraverso questa piattaforma due nuove attività online.

I Virtual Tour saranno in programma tutte le domeniche alle ore 17.30 e permetteranno di visitare online la retrospettiva su Enzo Mari e il Museo Design Italiano (a week-end alterni).

Attraverso Google Arts & Culture, guidati dai mediatori culturali, i partecipanti potranno approfondire alcuni dei progetti, modelli e disegni esposti nella mostra su Enzo Mari o percorrere gli spazi del Museo del Design Italiano, per conoscere meglio alcuni degli oggetti selezionati tra i 1.600 della collezione di Triennale. Si inizierà con il Virtual Tour dedicato a Enzo Mari domenica 7 febbraio, mentre domenica 14 febbraio sarà sul Museo del Design Italiano.

La seconda attività online proposta è rivolta ai bambini dai 5 ai 10 anni. Si tratta della visita-laboratorio Design-Me-Home, in programma tutte le domeniche alle ore 15.30, che offrirà la possibilità di scoprire il Museo del Design Italiano direttamente da casa.

A cosa può servire un Pratone in salotto? E un Pipistrello sulla scrivania? A queste e tante altre domande e curiosità risponderanno i mediatori culturali di Triennale. Al termine del tour, ogni partecipante potrà provare ad arredare la propria casa dei sogni con gli oggetti scoperti durante la visita.

Il Museo del Design Italiano e le mostre

Museo del design italiano

Il Museo del Design Italiano presenta in un allestimento permanente una selezione dei pezzi più iconici e rappresentativi del design italiano, parte dei 1.600 oggetti della Collezione di Triennale. Le opere sono organizzate in ordine cronologico e accompagnate da materiali di approfondimento su storia, poetica e contesto in cui sono state progettate.

Riapertura Triennale Milano mostra Nanda Vigo
Nanda Vigo Lo zoo di Enzo 2020 – Foto © Triennale Milano – foto di Gianluca Di Ioia

Enzo Mari curated by Hans Ulrich Obrist with Francesca Giacomelli

Apertura al pubblico: fino al 18 aprile 2021

La mostra documenta oltre 60 anni di attività di uno dei principali maestri e teorici del design italiano. Il progetto espositivo è articolato in una sezione storica e in una serie di contributi di artisti e progettisti internazionali – Adelita Husni-Bey, Tacita Dean, Dominique Gonzalez-Foerster, Mimmo Jodice, Dozie Kanu, Adrian Paci, Barbara Stauffacher Solomon, Rirkrit Tiravanija, Danh Vō e Nanda Vigo, oltre a Virgil Abloh per il progetto di merchandising – invitati a rendere omaggio a Mari attraverso installazioni site-specific e nuovi lavori appositamente commissionati.

In parallelo, diciannove Piattaforme di Ricerca, ideate per la mostra in Triennale, presentano approfondimenti su altrettanti progetti dai quali emergono le tematiche centrali nella pratica e nella poetica di Mari.

Completa il percorso una serie di video interviste realizzate da Hans Ulrich Obrist che testimoniano la costante tensione etica di Mari, la sua profondità teorica e la straordinaria capacità progettuale di dare forma all’essenziale.

Claudia Andujar: La lotta Yanomami

Apertura al pubblico: fino al 5 febbraio 2021

La mostra Claudia Andujar: La lotta Yanomami ha inaugurato la partnership della durata di otto anni tra Triennale Milano e Fondation Cartier pour l’art contemporain.

L’esposizione è la più grande retrospettiva dedicata al lavoro e all’attivismo di Claudia Andujar, che ha trascorso oltre cinquant’anni a fotografare e proteggere gli Yanomami, uno dei più grandi gruppi indigeni del Brasile oggi minacciato dai cercatori d’oro illegali e dai rischi di contagio.

Frutto di molti anni di ricerca negli archivi della fotografa, l’esposizione, curata da Thyago Nogueira, Direttore del Dipartimento di fotografia contemporanea dell’Instituto Moreira Salles in Brasile, presenta l’opera di Claudia Andujar attraverso più di 300 fotografie in bianco e nero o a colori – tra cui numerosi inediti –, una installazione audiovisiva, documenti storici, nonché i disegni e un filmato realizzati dagli artisti yanomami.

La mostra, oltre a riflettere i due aspetti indissolubili del percorso di Claudia Andujar – uno artistico, l’altro politico – rivela l’importante contributo che l’artista brasiliana ha dato alla fotografia e il ruolo essenziale che ha svolto, e continua a svolgere, in difesa degli Yanomami e della foresta in cui vivono.

Mirabilia. Una Wunderkammer per scoprire i mestieri d’arte milanesi

Apertura al pubblico: fino al 4 aprile 2021

Triennale Milano e la Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, con questa prima mostra del ciclo Mestieri d’Arte & Design. Crafts Culture, desiderano dare visibilità e valore a una significativa selezione di maestri d’arte milanesi che ancora oggi realizzano oggetti originali, autentici e ricchi di creatività, che ispirano meraviglia e ammirazione.

Una quarantina di pezzi contemporanei rappresentano i “segreti del mestiere” di altrettanti atelier artigianali e manifatture presenti nella città di Milano, prodotti in pezzi unici o in piccola serie, dal profondo significato artistico e culturale.

Il dialogo è arricchito da cinque ricercati oggetti rinascimentali, sempre legati a Milano e prestati da importanti istituzioni culturali, che si pongono in relazione con la creazione contemporanea.

Opere speciali e significative, dunque, che dagli opifici e dagli atelier degli artigiani emergono come manufatti pregevoli e sorprendenti; oggetti, o per meglio dire “beni”, per i quali il valore del fatto a mano evoca la centralità del talento artigiano e il dialogo con la creatività progettuale per cui Milano è giustamente celebre.

DOVE | QUANDO

Triennale Milano, Viale Emilio Alemagna, 6, Milano – Riapertura al pubblico martedì 2 febbraio 2021

Orari di apertura al pubblico: martedì-mercoledì ore 11.00-20.00, giovedì-venerdì ore 11.00-21.30 (ultimo ingresso un’ora prima della chiusura)

COSTI

Biglietti: 10 euro (intero) / 8,50 euro (ridotto)

Biglietto unico per tutte le mostre di Triennale: 15 euro

Mirabilia: ingresso libero

INFO

Maggiori informazioni sulle modalità di accesso sono disponibili sul sito: triennale.org/visita/organizza-la-tua-visita

Hai trovato utile questo articolo? Iscriviti alla newsletter con tutte le ultime news e gli sconti validi per i lettori di Eventiatmilano.it

SEGNALA IL TUO EVENTO A MILANO

Segnala e promuovi il tuo evento a Milano (e non solo) su Eventiatmilano.it e sui social media - Facebook, Twitter, Instagram.

Commenti

Inserisci un commento