Blue Note Milano: concerti di novembre

Caricamento Eventi

Blue Note Milano: concerti di novembre

Matthew Lee live al Blue Note di Milano.
4 Condivisioni

Blue Note Milano: concerti di novembre in via Borsieri. Orari e costi dei biglietti

Per il quarto anno consecutivo a Milano novembre significa solo una cosa: JAZZMI, il festival jazz diffuso per la città che dal 1° al 10 novembre porterà artisti di fama internazionale e giovani talenti sui palchi di numerose location sparse per il capoluogo lombardo per un totale di oltre 210 eventi e più di 500 artisti.

E così anche il Blue Note Milano, che da sempre collabora al fianco di Triennale Teatro dell’Arte e Ponderosa Music & Art per l’ottima riuscita della kermesse, propone per l’occasione una programmazione del tutto eccezionale. Ma novembre in via Borsieri sarà un mese particolarmente ricco dal primo all’ultimo giorno.

(1) JAZZMI al Blue Note di Milano: The Wooten Brothers live venerdì 1 e sabato 2 novembre

JAZZMI al Blue Note di Milano inizia con un concentrato di energia, groove funky e stile! Da oltre quattro decadi i The Wooten Brothers sono annoverati tra i musicisti più innovativi, sono da tutti riconosciuti come la più talentuosa e dinamica band di fratelli della storia della musica e saranno al Blue Note di Milano per un doppio appuntamento venerdì 1° e sabato 2 novembre.

Nel corso della loro lunga carriera hanno incessantemente ridefinito i confini tra jazz, funk, soul, R&B, rock e bluegrass e condiviso il palco con artisti del calibro di Curtis Mayfield, The Temptations, Ramsey Lewis, Stephanie Mills, War e molti altri.

(Ore 21.00 – 45/40 €; ore 23.30 – 35/30 €)

(2) Domenica 3 novembre: Judith Hill in concerto

Domenica 3 novembre torna in via Borsieri Judith Hill, giovane e talentuosa artista che ha già saputo conquistare i palchi di tutto il mondo. La sua storia è strabiliante quanto il suo talento: dopo aver fatto da corista per alcuni dei più importanti gruppi e artisti americani, tra cui Stevie Wonder, The Roots, Michael Jackson ed Elton John, il suo percorso incontra quello del mitico Prince che la nota durante la sua partecipazione a “The Voice USA”, talent dal quale viene eliminata nonostante avesse fin da subito conquistato il pubblico.

Il cantautore americano crede in lei e le produce il primo album, nato dopo mesi di lavoro a Paisley Park: il risultato è un concentrato purissimo di funk, soul e r&b, con moltissimi richiami alla ‘old school’ e qualche spunto più moderno. Da allora la sua carriera è in costante ascesa.

(Ore 21.00 – 37/32 €; ore 23.00 – 27/22 €)

(3) Martedì 5 e mercoledì 6 novembre: gli Spyro Gyra in concerto

Con 30 album all’attivo, oltre 10 milioni di copie vendute e 40 anni di attività, gli Spyro Gyra sono una band da record nel panorama della fusion: costituita alla metà degli anni ’70 a Buffalo, la formazione è ancora guidata dal suo fondatore, Jay Beckenstein.

Nonostante i numerosi cambiamenti al suo interno, la band ha saputo mantenere la coerenza di uno stile in grado di mixare elementi rhythm’n’blues ed etnici, pur lasciando spazio a improvvisazioni di matrice jazzistica: un jazz-fusion elettrico con influenze caraibiche. A loro sarà affidato il palco di via Borsieri per un doppio appuntamento martedì 5 e mercoledì 6 novembre.

(Ore 21.00 – 45/40 €; ore 23.00 – 35/30 €)

(4) Giovedì 7 novembre: Hiromi in concerto

Un concerto intimo e ammaliante è in programma giovedì 7 novembre quando il Blue Note di Milano accoglierà di nuovo Hiromi, artista di origine giapponese che nella performance del piano solo riesce a esprimere nel modo migliore la sua multiforme vena creativa, supportata da una tecnica straordinaria che ha affascinato il pubblico di tutto il mondo.

Un talento, il suo, che sfugge ad ogni etichetta e classificazione di genere: le influenze rock, progressive, jazz, fusion l’hanno resa un’artista originale, con uno stile unico, apprezzato e premiato più volte dalla critica.

(Ore 21.00 – 55/50 € SOLD OUT; ore 23.00 – 45/40 €)

(5) Venerdì 8 novembre: Tuck & Patti in concerto

JAZZMI al Blue Note continua sull’onda dei grandissimi artisti: venerdì 8 novembre sarà la volta di Tuck & Patti, duo storico sulla cresta dell’onda da più di 40 anni che ha saputo unire e amalgamare perfettamente le origini folk, gospel e rhythm’n’blues di Patti alla formazione jazzistica di Tuck raggiungendo una rara complementarietà tra voce e chitarra, che diventano un tutt’uno.

Per l’occasione presenteranno i brani tratti dal loro ultimo album, I Remember You, ideato come un messaggio di amore e gioia, pieno di riferimenti colti ai grandi standard del ricchissimo repertorio americano, con un esplicito riferimento alla storica coppia chitarra/voce per eccellenza, Ella Fitzgerald e Joe Pass.

(Ore 21.00 – 40/35 €; ore 23.30 – 30/25 €)

Hiromi live al Blue Note di Milano
Hiromi live al Blue Note di Milano. Foto cortesia Ufficio Stampa Blue Note Milano

(6) Sabato 9 novembre: in via Borsieri arriva il ciclone Matthew Lee

Sabato 9 novembre arriva in via Borsieri il ciclone Matthew Lee, reduce dal grande successo della sua tournée mondiale, per presentare Rock’n’Roll Sun, il suo ultimo album arricchito da nuove canzoni arrangiate esclusivamente per questo tour. Lo spettacolo è un coinvolgente e trascinante viaggio nel mondo musicale di Matthew Lee, dove tecnica e anima si fondono in maniera straordinaria, creando un inconsueto mix di divertimento e di emozione al centro del quale ci sono pianoforte e voce.

Nello spettacolo convivono la musica classica, il pop, il rock, il soul, lo swing, il country, il blues, la melodia, la canzone d’autore e altro ancora, un caleidoscopio di stili e generi reinventati e amalgamati dall’inconfondibile rock’n’roll touch dell’artista.

(Ore 21.00 – 37/32 €; ore 23.30 – 27/22 €)

(7) Domenica 10 novembre: John Scofield e Jon Cleary per JAZZMI

Un duo d’eccezione calcherà il palco del Blue Note domenica 10 novembre per chiudere in bellezza la quarta edizione di JAZZMI. Per l’occasione la chitarra di John Scofield incontrerà il piano e la voce di Jon Cleary: insieme andranno a scandagliare le radici profonde della musica nera statunitense, sacra e profana in un mix di blues, gospel, spiritual, funky.

Nessuno dei due ha bisogno di presentazioni, la loro fama e il loro talento li precede e il concerto, che si annuncia ricco di sorprese, è attesissimo.

(Ore 21.00 – 43/38 €; ore 23.00 – 33/28 €)

(8) Martedì 12 novembre: i Yellowjackets live

Martedì 12 novembre il Blue Note di Milano accoglierà i The Yellowjackets, la più longeva e creativa fusion band della storia, non solo per un fatto di continuità anagrafica (il gruppo esiste dal 1977), ma soprattutto per quella sua spinta esplosiva a sperimentare continuamente linguaggi, fusioni e contaminazioni e a rivedere il proprio orizzonte espressivo alla luce di nuove acquisizioni stilistiche.

Jazz e fusion acustica si fondono con grandissima raffinatezza in un sound compatto, preciso eppure lieve, con spazi, forme e dimensioni disegnati senza fatica da musicisti. Per l’occasione presenteranno i brani tratti dal loro ultimo album, Raising Our Voice.

(Ore 21.00 – 40/35 €; ore 23.00 – 30/25€)

(9) Mercoledì 13 novembre: Makaya McCraven presenta il suo ultimo disco, Universal Beings

Figlio d’arte (il padre Stephen è stato il batterista di Archie Shepp), nato a Parigi, ma cresciuto a Chicago, con un ricco background nella storia del jazz ma con le orecchie rivolte alla modernità, Makaya McCraven è uno dei più interessanti e innovativi batteristi e musicisti del jazz contemporaneo, in grado di spaziare tra generi e stili con una semplicità disarmante.

Sarà al Blue Note di Milano mercoledì 13 novembre per presentare i brani tratti dal suo ultimo disco, Universal Beings, proponendo al pubblico uno spettacolo unico, con un’aura di spiritualità che promette di incantare e conquistare l’ascoltatore fin dalla prima nota.

(Ore 21.00 – 33/28; ore 23.00 – 23/18 €)

(10) Giovedì 14 novembre: live di Donny McCaslin

Giovedì 14 novembre arriverà il sassofonista statunitense Donny McCaslin che, tra le varie esperienze, può vantare una collaborazione al fianco del grande David Bowie che lo ha voluto nel suo ultimo capolavoro, Blackstar, registrato nei primi mesi del 2015 e pubblicato nel gennaio 2016, due giorni prima della scomparsa della rockstar britannica.

All’interno di questa straordinaria opera il sassofonista californiano è il solista principale dell’intensa versione orchestrale di Sue (Or In A Season of Crime).

Quest’esperienza ha inevitabilmente lasciato il segno nei lavori successivi dell’artista, dove la parola d’ordine è diventata “contaminazione”, declinata attraverso la sintesi di elementi provenienti da rock, jazz, drum’n’bass ed elettronica in un contesto legato fortemente alla sperimentazione.

Per l’occasione sarà accompagnato da Nick Semrad alle tastiere, Zach Danziger alla batteria, Owen Biddle al basso e da Ryan Dahle alla chitarra.

(Ore 21.00 – 35/30 €; ore 23.00 – 25/20 €)

(11) Venerdì 15 e sabato 16 novembre: Mike Stern e Jeff Lorber live

Due giganti del jazz e della fusion si incontreranno sul palco del Blue Note per quattro concerti imperdibili venerdì 15 e sabato 16 novembre: Mike Stern è uno dei principali chitarristi e compositori jazz e jazz-fusion della sua generazione, con alle spalle una lunga e fortunata carriera che dura con successo dagli anni ’70.

Jeff Lorber è un tastierista, compositore, arrangiatore, produttore e talent scout, pioniere di quel mix riuscitissimo che mescola il jazz tradizionale con elementi rock, R&B, funk e ritmi africani ed è universalmente riconosciuto come punto di riferimento a livello planetario del genere. Per l’occasione proporranno il meglio delle loro carriere, accompagnati da Jimmy Haslip al basso elettrico e da Dennis Chambers alla batteria.

(Ore 21.00 – 45/40 €; ore 23.30 – 35/30 €)

(12) Domenica 17 novembre: Bobo Stenson sul palco di via Borsieri

Domenica 17 novembre il Blue Note di Milano ospiterà Bobo Stenson, pianista e musicista svedese considerato uno dei più creativi e indiscutibili capiscuola del moderno pianismo europeo.

Punto di riferimento per il cosiddetto jazz nordico, ha saputo disegnare un mix equilibrato di melodie e ritmi ripresi dalle grandi tradizioni della musica afroamericana e della musica europea, creando uno stile unico e particolarissimo.

Per l’occasione sarà in formazione di trio accompagnato da Jon Falt alla batteria e Anders Jormin al contrabbasso: insieme proporranno un concerto caldo e avvolgente, ricco di pathos, poesia e fantasia, perfettamente equilibrato tra silenzi e note.

(Ore 21.00 – 32/27 €)

(13) Martedì 19 e mercoledì 20 novembre: Al Di Meola torna dal vivo al Blue Note

Martedì 19 e mercoledì 20 novembre tornerà in via Borsieri Al Di Meola, indiscusso punto riferimento nel mondo chitarristico, votato per ben 14 volte come best guitarist dell’anno.

Considerato dalla critica uno dei più importanti e virtuosi artisti del jazz strumentale contemporaneo ha saputo sperimentare un vasto spettro di emozioni in un unico stile che comprende molteplici influenze: dalla velocità impressionante dei suoi assolo alle esplorazioni brasiliane fino al romanticismo globale con richiamo al Tango del gruppo acustico “World Sinfonia”.

Al Blue Note porterà alcuni dei suoi più grandi classici e i brani del nuovissimo album OPUS.

(Ore 21.00 – 50/45 €; ore 23.00 – 40/35 €)

(14) Giovedì 21 novembre: Ralph Peterson celebra i 100 anni dalla nascita di Art Blakey

Giovedì 21 novembre Ralph Peterson terrà un concerto del tutto particolare per celebrare i 100 anni dalla nascita del grande Art Blakey, l’uomo che avrebbe cambiato il senso della batteria nel jazz moderno e definito il ruolo stesso del drummer.

E non poteva essere altrimenti: un giovanissimo Peterson fu scelto da Blakey come secondo batterista della big band che diresse fino alla sua morte. Memore del suo mentore, Peterson ha creato il progetto The Messenger Legacy e assemblato una band, composta da Essiet Essie al basso, Zaccai Curtis al piano, Brian Lynch alla tromba, Robin Eubanks al trombone e da Bill Pierce al sax tenore: insieme renderanno un doveroso tributo a uno dei più grandi personaggi della storia del jazz.

(Ore 21.00 – 35/30 €; ore 23.00 – 25/20 €)

(15) Venerdì 22 novembre: Ron Carter live

Ron Carter è una figura mitica della storia del jazz, che alla veneranda età di 82 anni svolge ancora un ruolo di guida per il tutto il panorama musicale contemporaneo.

È sicuramente il più apprezzato dei contrabbassisti sulle scene e il suo stile strumentale, con la cavata incisiva e l’inconfondibile potenza ritmica, è perfetto e ricercatissimo, che lo rendono uno dei più eleganti accompagnatori jazz. Sarà al Blue Note di Milano venerdì 22 novembre accompagnato da Payton D. Crossley alla batteria, Renee Rosnes al piano e da Jimmy Greene al sax tenore.

(Ore 21.00 – 45/40 €; ore 23.30 – 35/30 €)

(16) Sabato 23 e domenica 24 novembre: Maria Gadù

Talento indiscusso della musica brasiliana, la cantautrice e chitarrista Maria Gadù torna live nelle principali città italiane con il suo tour Pelle: sarà in via Borsieri sabato 23 e domenica 24 novembre per una serata durante la quale, sola sul palco, coinvolgerà il pubblico in un emozionante spettacolo chitarra e voce eseguendo i suoi più grandi successi e alcuni brani dei più importanti cantanti brasiliani, da Caetano Veloso a Chico Buarque, da Gil Gilberto a Marisa Monte.

(Sabato ore 21.00 e ore 23.30; domenica ore 21.00 – 45/40 €)

(17) Martedì 26 novembre: Ben Williams

Vincitore del prestigioso concorso Thelonious Monk 2009, di un Grammy Award per il suo lavoro con Unity Band di Pat Metheny e votato come miglior musicista emergente nel Critic’s Poll 2015 di Downbeat, Ben Williams – al Blue Note di Milano martedì 26 novembre – è uno dei giovani bassisti più in voga del momento.

L’ultimo album, acclamato dalla critica, Coming of Age, è un gioiello tra Jazz, Rhythm ‘n’ Blues e Hip Hop. Sul palco sarà accompagnato da alcuni dei musicisti più apprezzati nella scena jazz internazionale: Justin Brown alla batteria, David Rosenthal alla chitarra, Julius Rodriguez al piano e Marcus Strickland al sax.

(Ore 21.00 – 32/17 €; ore 23.00 – 22/17 €)

(18) Mercoledì 27 novembre: Brooklyn Funk Essentials

Mercoledì 27 novembre arrivano sul palco di via Borsieri i Brooklyn Funk Essentials, un vero caleidoscopio di creatività afroamericana, tra tonalità blues, soul, jazz, house, dub, electro, hip hop, reggae e musica latina. Formatosi nel 1994 dalla scena slam poetry della Grande Mela, il gruppo diventa ben presto una macchina da concerti, ammaliando il pubblico di tutto il mondo con il loro mix unico e trascinante di stili e culture diverse.

Per l’occasione Anna Brooks, Desmond Foster, Lati Kronlund, Alison Limerick, Hux Flux Nettermalm e Iwan Van Hetten proporranno i brani più celebri della loro fortunata carriera.

(Ore 21.00 – 33/ 28€; ore 23.00 – 23/18 €)

(19) Giovedì 28 novembre: Carmen Souza

Giovedì 28 novembre Blue Note Milano ospiterà Carmen Souza, una delle voci più interessanti della nuova generazione della cosiddetta world music che ha saputo creare un mix unico e sapientemente equilibrato di diversi generi musicali: dalla morna, al batuke, al jazz, al soul e molto altro.

Il suo modo di cantare è una versione del tutto personale fatto di melodie inusuali, umori esotici, africanismi e scat jazz, vibrati controllati e frasi dall’andamento imprevedibile. Al Blue Note presenterà il nuovo album The Silver Messengers (Ottobre 2019), un omaggio alla vita e alla musica di Horace Silver.

(Ore 21.00 – 33/ 28€; ore 23.00 – 23/18 €)

(20) Venerdì 29 e sabato 30 novembre: Nick The Nightfly festeggia i 30 anni di Monte Carlo Nights

Chiude il mese di novembre Nick The Nightfly, direttore artistico del Blue Note di Milano, che venerdì 29 e sabato 30 novembre festeggerà i 30 anni della sua storica trasmissione Monte Carlo Nights, un programma unico nel suo genere, esclusivo e raffinato che ha fatto conoscere e apprezzare al pubblico la migliore musica italiana e internazionale, esplorando nuove atmosfere e tendenze, travalicando gli orizzonti musicali convenzionali.

Saranno due appuntamenti davvero unici e imperdibili con molti ospiti speciali, tra cui Sarah Jane Morris, Tony Momrelle, ex solista degli Incognito, e il chitarrista napoletano Antonio Onorato, e tante sorprese.

(Ore 21.00 – 43/38 €; ore 23.30 – 33/28 €)

Blue Note di Milano: informazioni su costi e biglietti

I biglietti per i concerti al Blue Note si possono acquistare collegandosi al sito internet www.bluenotemilano.com, o al sito www.vivaticket.it; chiamando l’infoline del Blue Note 02 69016888, oppure direttamente presso il box office del locale.

L’orario dell’infoline e del Box Office (via Borsieri, 37) è il seguente: Lunedì dalle 12.00 alle 19.00 e Martedì-Sabato dalle 12.00 alle 22.00. Tutte le informazioni sono disponibili su: www.bluenotemilano.com.

Credits immagine di copertina: Matthew Lee, foto cortesia Ufficio Stampa Blue Note Milano

Hai trovato utile questo articolo? Iscriviti alla newsletter con tutte le ultime news e gli sconti validi per i lettori di Eventiatmilano.it
4 Condivisioni
Nov 01 2019

Dettagli

Dal 1 novembre
Al 30 novembre
Costo 27€
Categorie:
Etichette

Location

Blue Note, Milano

Via Pietro Borsieri, 37
milano, 20159 Italia

+ Google Maps

Telefono

02 6901 6888

SEGNALA IL TUO EVENTO A MILANO

Segnala e promuovi il tuo evento a Milano (e non solo) su Eventiatmilano.it e sui social media - Facebook, Twitter, Instagram

Pubblicità

Commenti

Inserisci un commento