A scatola chiusa

In sconto!
A scatola chiusa: dal 10 al 13 marzo in scena al Teatro Sala Fontana di Milano. Promo 2x1 e sconti per i lettori di Eventiatmilano.it
A scatola chiusa: dal 10 al 13 marzo in scena al Teatro Sala Fontana di Milano. Promo 2x1 e sconti per i lettori di Eventiatmilano.itA scatola chiusa: dal 10 al 13 marzo in scena al Teatro Sala Fontana di Milano. Promo 2x1 e sconti per i lettori di Eventiatmilano.it

18,00 14,00

Da giovedì 10 marzo a domenica 13 marzo in scena al Teatro Sala Fontana di Milano lo spettacolo “A scatola chiusa”, diretto da Danilo Nigrelli.

Sconto per i lettori di Eventiatmilano.it

I lettori di e@m possono usufruire di uno sconto sull’acquisto dei biglietti, pagando 14€ a persona (invece che 18€). Per ottenere lo sconto, scrivete una mail con oggetto “A scatola chiusa – Convenzione Eventiatmilano” a stampa.fontana@elsinor.net, mettendo in copia eventiatmilano@gmail.com e indicando il numero di persone e la replica a cui si vuole assistere. Speciale promo 2×1 per la prima dello spettacolo: i nostri lettori possono acquistare due biglietti pagando 18€.

In alternativa, è anche possibile prenotare i biglietti selezionando la data prescelta, il numero di biglietti e cliccando sul pulsante “Aggiungi al carrello”. Una volta effettuata la prenotazione, riceverete conferma dalla biglietteria del Teatro Sala Fontana. I biglietti così prenotati, attraverso una delle due modalità descritte sopra, potranno essere acquistati e ritirati presso la biglietteria, entro 45 minuti prima dello spettacolo.

Feydeau è considerato, dopo Molière, uno dei più grandi autori della commedia francese e, più in generale, uno dei massimi autori comici di tutti i tempi. La stessa Francia, dopo la sua morte, ha dovuto inchinarsi al suo genio. Ingmar Bergman stimava enormemente il lavoro di Feydeau. Una volta disse che in vecchiaia gli sarebbe piaciuto dirigere una sua opera. Quando gli chiesero perché in vecchiaia, rispose (ahimè!): “Perché per mettere in scena un’opera di Feydeau bisogna essere incredibilmente saggi, e conoscere tutti i trucchi”. Questo grande Autore obbliga all’ascolto perché i suoi testi sono spartiti che costringono gli attori a “suonare” dei personaggi enormi. Sì, sono dei grandi personaggi, questi omini e donnine che vanno a cento all’ora! La Belle Époque è il loro tempo. Un periodo durato circa venticinque anni. La parola trainante allora era Moderno. La cosa più moderna di tutte era la Velocità. E fu un turbinio di motori, soldi, nuove classi sociali, moda, champagne, corna, musiche frenetiche, gonne in aria e grandi scoperte, in ordine sparso. E si divertivano, si divertivano come pazzi. E si arricchivano, compravano case, i dischi col grammofono, andavano a ballare, fornicavano con le mogli altrui, correvano a vedere l’ Esposizione Universale e a volte si attaccavano al tram. Poi il tram della Prima Guerra Mondiale non si fermò e il “Bel Periodo” finì.

Ma i personaggi di Feydeau non sono finiti. Per stare al passo con i tempi, per essere moderno, veloce, smart, non ci si può permettere troppi pensieri, ma pochi, meglio uno, monomaniacale, chi il sesso, chi i soldi, chi il potere. Non sono burattini, sono uomini. Ognuno col suo pensiero dominante. Non si ascoltano più. Ognuno per la sua strada. È facile in una società così, organizzare equivoci, trabocchetti, scambi di persona e quant’altro, cosa che Feydeau trama mirabilmente, per poterla deridere questa società e mostrarla, a specchio.

Esaurito

COD: 0000000000000024 Categoria: Etichette: , ,

Descrizione prodotto

Feydeau è considerato, dopo Molière, uno dei più grandi autori della commedia francese e, più in generale, uno dei massimi autori comici di tutti i tempi. La stessa Francia, dopo la sua morte, ha dovuto inchinarsi al suo genio. Ingmar Bergman stimava enormemente il lavoro di Feydeau. Una volta disse che in vecchiaia gli sarebbe piaciuto dirigere una sua opera. Quando gli chiesero perché in vecchiaia, rispose (ahimè!): “Perché per mettere in scena un’opera di Feydeau bisogna essere incredibilmente saggi, e conoscere tutti i trucchi”. Questo grande Autore obbliga all’ascolto perché i suoi testi sono spartiti che costringono gli attori a “suonare” dei personaggi enormi. Sì, sono dei grandi personaggi, questi omini e donnine che vanno a cento all’ora! La Belle Époque è il loro tempo. Un periodo durato circa venticinque anni. La parola trainante allora era Moderno. La cosa più moderna di tutte era la Velocità. E fu un turbinio di motori, soldi, nuove classi sociali, moda, champagne, corna, musiche frenetiche, gonne in aria e grandi scoperte, in ordine sparso. E si divertivano, si divertivano come pazzi. E si arricchivano, compravano case, i dischi col grammofono, andavano a ballare, fornicavano con le mogli altrui, correvano a vedere l’ Esposizione Universale e a volte si attaccavano al tram. Poi il tram della Prima Guerra Mondiale non si fermò e il “Bel Periodo” finì.
Ma i personaggi di Feydeau non sono finiti. Per stare al passo con i tempi, per essere moderno, veloce, smart, non ci si può permettere troppi pensieri, ma pochi, meglio uno, monomaniacale, chi il sesso, chi i soldi, chi il potere. Non sono burattini, sono uomini. Ognuno col suo pensiero dominante. Non si ascoltano più. Ognuno per la sua strada. È facile in una società così, organizzare equivoci, trabocchetti, scambi di persona e quant’altro, cosa che Feydeau trama mirabilmente, per poterla deridere questa società e mostrarla, a specchio.

Informazioni aggiuntive

Telefono

+39 02 6901 5733

Orari

20.30 Spettacolo (giovedì – sabato)
16.00 Spettacolo (domenica)

Location

Teatro Sala Fontana, Via Boltraffio, 21, Milano

Data

10/3/2016, 11/3/2016, 12/3/2016, 13/3/2016