Da vicino nessuno è normale

Caricamento Eventi
Dall'8 giugno al 21 luglio a Milano torna il festival Da vicino nessuno è normale

Dall’8 giugno al 21 luglio a Milano torna il festival Da vicino nessuno è normale

Dal 1997 il festival Da vicino nessuno è normale si svolge nella sede dell’ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini, luogo che da emblema di esclusione è diventato una piazza pubblica di socialità e cultura. Focus principale è la valorizzazione del teatro di ricerca italiano con nuove forme di creatività e nuovi linguaggi artistici dove giovani artisti e compagnie trovano una piattaforma di rilancio e si confrontano con artisti affermati.

Il festival Da vicino nessuno è normale è il risultato di un lavoro di progettazione continuativo durante tutto l’arco dell’anno su differenti livelli: il dialogo aperto con compagnie italiane del teatro di ricerca, l’attività di formazione e tutoraggio di giovani artisti, i laboratori di teatro e di altre discipline, l’attenta e selettiva progettualità delle residenze artistiche.

Un festival di teatro che abita un ex manicomio, situato nella periferia nord di Milano, che coinvolge artisti riconosciuti in Italia e all’estero e spettatori del centro, della periferia e delle regioni limitrofe.

I manicomi sono nati con un approccio di assistenza totalizzante, costruiti fuori dalle città, contenevano miseria e dolore, ripetitività delle emozioni e delle economie, ogni giorno gli stessi riti per una sigaretta, cento lire e un caffè: il regno del dominio dell’uno sull’altro, innescato da una “scienza” autoritaria, che ancora oggi lascia tracce insegnandoci a perfezionare il dislivello di potere.

40 anni fa, con la legge 180, il matto diventa cittadino con tutti i diritti di cittadinanza: casa, lavoro e socialità. Nel 1978 a Trieste i Centri di Salute Mentale sono 6, alcuni aperti 24 ore su 24, un servizio pubblico forte, con relazioni tra le persone, tante relazioni e tempo per le relazioni. Quando qualcuno sta molto male serve l’affetto di tanti, un supporto collettivo e un movimento che sappia parlare di emozioni, gesto che una volta era politico.

Oggi più di allora servono spazi e laboratori di relazioni, economie ed emozioni che trascinino corpo e mente, che accolgano senza guardare alla provenienza, al grado di cultura o al livello di sofferenza. Un insieme di singolarità e talenti nascosti che diventi, con l’aiuto di tanti, una piazza vitale di questa città in periferia.

Dall'8 giugno al 21 luglio a Milano torna il festival Da vicino nessuno è normale
Dall'8 giugno al 21 luglio a Milano torna il festival Da vicino nessuno è normale

La ventiduesima edizione del festival Da vicino nessuno è normale coincide con i dieci anni di vita del TeatroLaCucina. Dal maggio 2008, il teatro al Pini ha finalmente trovato casa: lì dove una volta c’era un esercito di bollitori, dove si preparavano i pasti, ora si cucinano storie, i pentoloni hanno lasciato spazio al palcoscenico.

Il  festival Da vicino nessuno è normale si è arricchito in questi anni di nuovi percorsi aperti al TeatroLaCucina: le residenze artistiche, i laboratori permanenti, i workshop, progetti che crescono nel corso dell’anno e vengono presentati al pubblico durante il festival, nel momento di maggiore visibilità.

La scelta del teatro, come strumento di dialogo con la città, ha permesso di dare nuova vita al luogo, il teatro ha introdotto la parola poetica, la metafora dei grandi testi, l’emozione collettiva, la riflessione sul proprio tempo, ha restituito il senso di comunità.

40 anni fa la legge 180 ha abolito i manicomi in Italia. Solo 20 anni fa il Paolo Pini è stato chiuso come istituzione totale. Abbiamo contribuito a chiuderlo e a trasformarlo. Ma abbiamo scoperto che alcune delle caratteristiche totalizzanti del manicomio si ritrovano nelle periferie urbane. La solitudine, la povertà, il ghetto. Il festival Da vicino nessuno è normale, il TeatroLaCucina e tutti i servizi d’impresa sociale creati al Paolo Pini possono contribuire alla liberazione della vita in periferia.

Ospiti del festival 

Saranno nostri ospiti: Teatro La Ribalta/Orchestra AllegroModerato; AngeloMai/Bluemotion; Societas, Compagnia Katzenmacher; Renato Gabrielli/Massimiliano Speziani; Paolo Nori; Abbondanza/Bertoni; DariaDeflorian/Monica Demuru/Monica Piseddu; Milena Costanzo;
Olimpia Fortuni; Balletto Civile; Teatro delle Albe; Nerval Teatro; Fanny & Alexander.

Dalle Residenze artistiche  del TeatroLaCucina, stagione 2017/2018 vengono presentati: Teatro La Ribalta/Orchestra Allegro Moderato – Otello Circus; Milena Costanzo – Oh no Simone Weil!
Gli spettacoli ospiti di Da vicino nessuno è normale sono tutte prime milanesi.

Progetti speciali

Venerdì 8, sabato 9 ore 21.45, domenica 10 giugno ore 17.00
Teatro La Ribalta / Orchestra AllegroModerato PRIMA NAZIONALE
OTELLO CIRCUS
Un’Opera lirico teatrale per attori di versi ispirata alle opere di Verdi e Shakespeare

Sabato 21 luglio ore 12.00/24.00
RAVE FOSTER WALLACE PROGETTO SITE-SPECIFIC
maratona Infinite Jest
un progetto a cura di Fanny & Alexander e Stefano Bartezzaghi

Dall'8 giugno al 21 luglio a Milano torna il festival Da vicino nessuno è normale

Incontri

LA LIBERTA’ E’ UN ESERCIZIO QUOTIDIANO
Sabato 7 luglio ore 19.00
Incontro con Giovanna Del Giudice

Mercoledì 11 luglio ore 19.00
Presentazione dei libri di Franco Basaglia
CONFERENZE BRASILIANE e SCRITTI 1953 – 1980
Incontro con Franco Rotelli, Maria Grazia Giannichedda e Vittorio Lingiardi

QUATTRO DOMENICHE CON PAOLO NORI
Domenica 24 giugno, 1, 8 e 15 luglio
Paolo Nori legge
MEMORIE DI UN PAZZO di Nikolaj Vasil’evič Gogol’ – traduzione Paolo Nori
MEMORIE DI UN GIOVANE MEDICO di Michail Bulgakov – traduzione Paolo Nori
MOSCA-PETUŠKÌ Poema ferroviario di Venedìkt Eroféev – traduzione Paolo Nori
NOI E I GOVERNI 2.0 di Paolo Nori

Laboratori 2018

NON-SCUOLA, Teatro delle Albe, laboratorio di teatro con adolescenti
dal 12 giugno al 4 luglio

Da dieci anni i ragazzi della non-scuola attraversano il Paolo Pini, svegliano i dinosauri, fanno correre le guide, vivono la felicità dell’istante come se il futuro fosse ai loro piedi. Ogni anno arrivano da luoghi sconosciuti, a volte molto lontani, e la loro voce, le loro lingue, i loro canti risuonano in tutto il parco.
Mille rivoli, mille desideri, tutti in movimento, tutti concentrati a sudare e inciampare insieme, nel nome di Dioniso, il dio del Teatro.

Guide Monica Barbato e Alessandro Renda
Partecipazione al laboratorio gratuita

UNA STANZA TUTTA PER SE’, esito laboratorio video con adolescenti
27 febbraio – 2 luglio

Un piccolo film collettivo, realizzato con le immagini girate dai partecipanti.
Casa è un posto tranquillo. Il profumo buono del caffè appena svegli.
Casa è lavare, leggere, cantare, cucinare. E’ tazza, pentola, sveglia, giocattolo, coperta, cuscino.
Dalla nostra casa comincia la nostra storia. Nella nostra casa il tempo cambia.

condotto da Alessandro Penta
Partecipazione al laboratorio gratuita

DOVE | QUANDO
Ex ospedale psichiatrico Paolo Pini, via Ippocrate 45, Milano – Dall’8 giugno al 21 luglio 2018
Come arrivare: M3 direzione Comasina, Fermata Affori FN. Scendere in testa al treno, uscita Via Ciccotti

COSTI
Ingresso spettacoli: 13euro intero – 10 euro ridotto
Incontri e laboratori ingresso gratuito
Rave Foster Wallace biglietto speciale

INFO
info e prenotazioni: 02 66 200 646 | olinda@olinda.org, www.olinda.org
Consulta il programma

Hai trovato utile questo articolo? Iscriviti alla newsletter con tutte le ultime news e gli sconti validi per i lettori di Eventiatmilano.it
giugno 08 2018

Dettagli

Inizio: 8 giugno
Fine: 21 luglio
Costo: 13€
Categorie Evento: , , ,
Tag Evento:, ,
Sito web: Sito web

PROMUOVI IL TUO EVENTO A MILANO

Inserisci il tuo evento a Milano (e non solo) su Eventiatmilano.it e sui social media - Facebook, Twitter, Instagram, Google Plus

Leave a comment