Produzioni Ininterrotte a Crespi d’Adda

Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.
Fino a domenica 1 ottobre a Crespi d'Adda: Produzioni Ininterrotte, 1° Festival Letterario del Lavoro

Fino a domenica 1 ottobre a Crespi d’Adda: Produzioni Ininterrotte, 1° Festival Letterario del Lavoro

A Crespi d’Adda proseguono fino a domenica 1 ottobre gli appuntamenti di Produzioni Ininterrotte, 1° Festival Letterario del Lavoro: il primo incontro del festival si è tenuto domenica 17 settembre nella Scuola Asilo di Crespi D’Adda, recentemente riaperta al pubblico e ora sede del Visit Center, gestito dall’Associazione Crespi d’Adda. L’incontro ha visto protagonisti Giorgio Bigatti e Giuseppe Lupo, autori del testo Fabbriche di Carta.

Un momento formante, un excursus da Lucio Mastonardi a Gianni Giudici, da Ottiero Ottieri a Leonardo Sinisgalli, da Franco Fortini a Paolo Volponi e Nanni Balestrini, da Elio Vittorini a Luciano Bianciardi, da Carlo Emilio Gadda a Italo Calvino, Primo Levi e molti altri. La sintesi di un viaggio attraverso la letteratura industriale italiana del Novecento da quando il fenomeno acquista compattezza (anni Trenta) fino agli ultimi decenni, quando si sono registrati la fine del lavoro industriale e il modificarsi del concetto di fabbrica. Un percorso suddiviso in capitoli tematici organizzati temporalmente e incentrati sulle diverse figure coinvolte, dagli impiegati agli imprenditori, dagli operai agli intellettuali.

Programma del Festival

Giovedì 21 settembre, ore 20.00: Wu Ming 2 presenta “Meccanoscritto”. Editrice Alegre. Un romanzo del Collettivo MetalMente con la collaborazione di Wu Ming 2 e Ivan Brentari. Racconti operai, laboratorio di scrittura collettivo e storie di lotte operaie rielaborate attraverso volatiti, titoli di giornali e tanto altro ancora.

E’ questa la storia che inizia in un archivio speciale di una città particolare. E’ il 2012 quando Ivan Brentari spulcia falcioni dell’Archivio del lavoro di Sesto S. Giovanni, a “Stalingrado” d’Italia. Tra le scartoffie, spunta una risma di carta velina. Comincia a leggere e .. no, non sono comunicati stampa o verbali di assemblee. Sono racconti, scritti di metalmeccanici, per un concorso della Fiom di Milano. Indetto nel 1963, al termine di un triennio di lotte, le prime vittorie dei lavoratori dopo la Liberazione. Racconti mai pubblicati, rimasti polvere per cinquant’anni, nonostante una giuria composta da Umberto Eco, Franco Fortini, Giovanni Arpino e Luciano Bianciardi. Ivan pensa che di racconti del genere ce ne sarebbe ancora bisogno: scritti dagli operai, senza filtri da giornalisti e false rappresentazioni. Nasce così il collettivo MetalMente, grazie a un laboratorio narrativo animato da Wu Ming 2 e da un gruppo di lavoratori iscritti alla Fiom.

Sabato 23 settembre, ore 10.00: Sandro Danesi presenta “I Crespi di Crespi d’Adda”.  Ed. Mattioli 1885. Grandi uomini con grandi idee. Quanto nel passato, in situazioni economiche e sociali precarie, la volontà di alcuni imprenditori ha mosso iniziative degne di essere approfondite e diffuse? Questa pubblicazione vuole indagare le attività finalizzate a valorizzare i beni culturali materiali ed immageriali che costituiscono una risorsa per l’Italia. In allegato la locandina del convegno.

Domenica 24 settembre, ore 17.00: Fabio Isman presenta “Andar per le città ideali”. Il Mulino, 2016. Saggio dedicato a molti paesaggi utopici italiani.

Non solo Palmanova, Aquileia, Pienza, Sabbioneta: l’Italia pullula di città ideali dalla struttura geometrica regolare, frutto di visioni laiche o di esoteriche cosmogonie. L’itinerario va dalla quadristellata Terra del Sole, voluta da Cosimo I de’ Medici nel 1546 in Romagna, ad Acaya, in provincia di Lecce; da San Leucio, frazione di Caserta, alle città-operaie Crespi d’Adda e Solvay a Rosignano; dalle città “di fondazione” fascista, come Latina e Sabaudia nel Lazio, Arborea e Fertilia in Sardegna, al recente “sogno” della Scarzuola in provincia di Terni

Sabato 30 settembre, ore 21.00: Enzo Galbiati ed Emanuele Cavassa discutono di “La verità, vi prego, sul lavoro”. Dialogo semiserio su lavoro, tecnica e destino dell’uomo.

Seminario filosofico condotto da Enzo Galbiati sui temi del lavoro, della tecnica e del futuro prossimo che attende l’uomo. Si analizzeranno alcune opere letterarie (La vita agra di Luciano Bianciardi e Il Mondo Nuovo di Aldous Huxley) e le idee di alcuni dei filosofi contemporanei più significativi (Marx, Nietzsche, i pensatori della Scuola di Francoforte, Heidegger, Severino). L’esposizione sarà intervallata dalla proiezione di sequenze di film di fantascienza e dagli interventi di Emanuele Cavassa che interpreterà alcuni brani letterari e musicali.

Domenica 1 ottobre, ore 17.00: Luigi Cortesi presenta “Una vita. Benigno Crespi Jr. si racconta”.  Bellavite Editore, 2016.

L’iniziativa editoriale è delicata: si tratta memorie confidenziali, intenzionalmente prodotte ed espresse da Nino Crespi per la propria cerchia parentale; tuttavia eventi, persone, luoghi che ne compongono l’intreccio rendono la narrazione assolutamente degna di attenzione per chiunque. Ecco qua, allora, il puntatore mirato anche su una grande famiglia industriale, su una straordinaria impresa, non solo economica, e su un luogo assunto al ruolo di archetipo, quale è ritenuto Crespi d’Adda, dichiarato sito Unesco. All’innegabile valore storico e antropologico del testo si aggiunge il pregio delle sue belle immagini d’epoca, per lo più inedite. L’opera presentata è un apporto importante per la conoscenza dei fondatori del Villaggio operaio e per l’orientamento corretto all’interpretazione storica e sociologica del medesimo. Le notizie offerte sono di prima mano, autorevoli e dilettevoli, e le immagini sono spesso inedite e sempre molto esplicite per procurare conoscenze autentiche delle persone, dei luoghi, degli edifici e dei cambiamenti. Merita la massima attenzione!

Sono inoltre previste visite guidate: gli studenti, affiancati da esperte guide turistiche professioniste, accompagneranno i visitatori (sia singoli che gruppi) nella scoperta del villaggio operaio e dei luoghi più significativi del sito UNESCO anche attraverso la lettura di parti delle opere letterarie di Charles Dickens, Ferdinand Celine, Karl Marx, Victor Hugo, Emile Zola e Leone XIII.

DOVE | QUANDO
Crespi d’Adda – Fino a domenica 1 ottobre 2017

INFO
Per informazioni, visite guidate, laboratori didattici, ospitalità, approfondimenti: Associazione Crespi d’Adda www.crespidadda.it
E-mail info@crespidadda.it Telefono sempre attivo 02/90939988

Hai trovato utile questo articolo? Iscriviti alla newsletter con tutte le ultime news e gli sconti validi per i lettori di Eventiatmilano.it
settembre 21 2017

Dettagli

Inizio: 21 settembre
Fine: 1 ottobre
Costo: Gratuito
Categorie Evento:
Tag Evento:, , , ,
Sito web: Sito web

PROMUOVI IL TUO EVENTO A MILANO

Inserisci il tuo evento a Milano (e non solo) su Eventiatmilano.it e sui social media - Facebook, Twitter, Instagram, Google Plus

Leave a comment