Scior Carera: a Milano l’uomo di pietra che ha visto secoli di storia

Scior Carera a Milano

Scior Carera: a Milano l’uomo di pietra che ha visto secoli di storia

Scior Carera: a Milano l’uomo di pietra che ha visto secoli di storia

“Deve essere privo di ogni difetto chi è pronto a criticare il prossimo”. 
Questa frase latina, un motto attribuito a Cicerone, accompagna la scultura – risalente al III secolo d.C. – collocata al civico 13 di Corso Vittorio Emanuele a Milano.

Al cosiddetto “Omm de preja” (“uomo di pietra”) o “Scior Carera” (da leggersi sciur carera) venivano appesi cartigli anonimi che esprimevano il malcontento e la satira dei milanesi contro il governo asburgico: una sorta di bacheca pubblica, su cui nottetempo venivano affisse frasi satiriche e caustiche, o parole di giustizia e libertà, che sarebbero state lette il mattino successivo da chi passava per la Corsia dei Servi.

La prima citazione della presenza della statua risale a un atto del 29 aprile 1197: all’epoca l’“Omm de preja” era posizionato nei pressi della chiesa di San Giorgio al Pozzo bianco, oggi non esistente e posta in corrispondenza dell’inizio dell’attuale via San Pietro all’Orto. Secoli dopo, all’inizio del XIV secolo, l’uomo di pietra era ancora lì, per poi subire vari spostamenti: nel Seicento la statua era posta in prossimità della Chiesetta del Corpus Domini, di fronte alla chiesa di Santa Maria dei Serviti. Solo attorno al 1950, con le modifiche al corso Vittorio Emanuele II, la statua fu collocata nella posizione attuale.

Il “Scior Carera” che vediamo oggi è ben diverso da quello di un tempo: la testa probabilmente fu aggiunta in epoca alto-medioevale, quando il volto dell’effigiato, forse un alto magistrato romano ai tempi di Cicerone, venne sostituito con quello del nobile arcivescovo Aldemanno Menclozzi, che aveva strenuamente difeso i diritti della plebe contro i potenti e si operò per consentire la riedificazione della chiesa di San Giorgio al Pozzo bianco citata prima.

L'Uomo di pietra giornale letterario
Da Wikipedia Commons (link): testata dell’anno 1859 de L’Uomo di pietra, Pubblico dominio

Simbolo milanese dello sberleffo contro il potere, l’Omm de Preja ispirò anche la denominazione del giornale satirico “L’Uomo di Pietra”, fondato nel 1856 dai letterati Cletto Arrighi, Camillo Cima e Gottardo Cattaneo. Nel secondo numero della rivista l’intera storia della statua venne raccontata in prima persona.

Credits immagine di copertina: Federico Rossi via Instagram.com (www.instagram.com/louisonedirection92)

Hai trovato utile questo articolo? Iscriviti alla newsletter con tutte le ultime news e gli sconti validi per i lettori di Eventiatmilano.it

Paolo Vanadia

PROMUOVI IL TUO EVENTO A MILANO

Inserisci il tuo evento a Milano (e non solo) su Eventiatmilano.it e sui social media - Facebook, Twitter, Instagram, Google Plus

Leave a comment