Festival on Festival: cinema, architettura e design, in scena alla Triennale di Milano

Fino al 6 settembre a Milano Festival on Festival: cinema, architettura e design, in scena alla Triennale

Festival on Festival: cinema, architettura e design, in scena alla Triennale di Milano

Pubblichiamo con piacere questo articolo di Andrea Viola. La redazione di Eventiatmilano.it dà il suo benvenuto ad Andrea ringraziandolo per la sua preziosa collaborazione.

Festival on Festival: cinema, architettura e design, in scena alla Triennale di Milano

Il cinema: meravigliosa intangibilità di un’arte capace di narrare frammenti di vita.
Storie di persone ma anche di luoghi e ambientazioni che, talvolta, diventano veri e propri co-protagonisti, simboli di un artificiale pieno d’anima e cassa di risonanza di esperienze e sentimenti di vita vissuta.
E siccome il cinema non è nuovo nel trarre ispirazione dal design e dall’architettura (e viceversa), ecco che la rappresentazione di questa continua, reciproca contaminazione prende vita a Milano, grazie a Festival on Festival.

L’iniziativa è costituita da una ricca serie proiezioni in otto appuntamenti, presso il Salone d’Onore e il Teatro Agorà della Triennale, completamente gratuiti e aperti al pubblico, previa prenotazione al link festivalonfestival@mdff.it.

Fino al 6 settembre a Milano Festival on Festival: cinema, architettura e design, in scena alla Triennale
John Gollings: Eye for Architecture di Sally Ingleton

Festival on Festival nasce da una costola del Milano Design Film Festival: un innovativo progetto-incubatore informativo ideato dalla Triennale di Milano che, da ormai 3 anni e con altrettante edizioni di successo alle spalle (con la quarta in rampa di lancio, attesa per ottobre 2016), racconta storie e progetti di design, pianificazione e sostenibilità urbanistica e architettura di respiro internazionale, portati su pellicola durante incontri, work shop e dibattiti rivolti ad un pubblico estremamente eterogeneo; dal semplice appassionato ai professionisti nell’ambito delle costruzioni e del design.

Festival on Festival è partito con i primi tre appuntamenti tra aprile e maggio, con il dichiarato intento di mettere in scena l’architettura e il design in tutte le loro forme d’espressione: storie in cui un progetto, nato da un’idea e una matita, non si ferma ad un’asettica sequenza di azioni per il perseguimento di un preciso scopo, ma costruisce intorno a sé un mosaico di esperienze simboliche legate ai concetti del vivere e dell’abitare in contesti architettonici e urbanistici che non conoscono confini culturali.

Gli otto appuntamenti di Festival on Festival vedono quindi la proiezione di pellicole d’autore e di registi esordienti: un ricco programma di ben 31 tra documentari, clip, corti e lungometraggi, recenti e del passato, per la cui selezione la Triennale di Milano si è avvalsa della preziosa collaborazione dei 10 più importanti festival cinematografici internazionali di design e architettura; basti pensare, giusto per citarne alcuni, all’Architecture & Design Film Festival/New York (New York, USA), all’Architect Africa Film Festival (Sud Africa) o, ancora, all’URBNE Films/Brisbane (Australia).

Fino al 6 settembre a Milano Festival on Festival: cinema, architettura e design, in scena alla Triennale
The infinite happiness di Ila Bêka e Louise Lemoine

Festival on Festival regala affascinanti ritratti di architetti e designer, come in Henning Larsen. Light and spaces, pellicola in cui emerge la filosofia etica e progettuale del noto architetto danese e la sua concezione così visionaria ma al tempo stesso dura e critica del rapporto tra potere e arte.
Oppure, diverse pellicole in cui protagonista è la determinazione degli abitanti di quartieri e di città nel portare a nuova vita contesti urbanistici degradati e ancorati simbolicamente ad un passato di miseria e decadimento: come in Can you dig this, lungometraggio della californiana Delila Vallot, in cui la rivoluzione “green” dei quartieri a sud di Los Angeles è spinta dalla volontà dei cittadini di liberarsi della violenza “gangster”, sull’onda di un vero e proprio movimento di giardinaggio urbano.

E non finisce qui, perché Festival on Festival è anche il breve ma quasi mistico viaggio in un’utopica città stato-fantasma in Cinza; le rovine di una ex fabbrica di bare dell’ex monarchia austro-ungarica che rinascono dalle ceneri sotto forma di un innovativo progetto di edilizia sostenibile, in Life in the coffin factory; o, ancora, la vignetta sulla sedia Super Light progettata da Gehry per Emeco, in Six pound chair.

Un’atmosfera stimolante, creativa e multiculturale pervade quindi gli appuntamenti di Festival on Festival, dove le proiezioni si alternano a presentazioni, dibattiti e workshop, arricchiti dalla partecipazione di registi, critici, progettisti ed esperti del settore, pronti a svelare curiosità e ad alimentare ulteriormente il contenuto degli eventi grazie al dialogo con il pubblico.

Non perdetevi quindi i prossimi cinque incontri: il 21 e il 22 giugno, il 12 e il 13 luglio e il 6 settembre: per il programma dettagliato, visitate la pagina http://www.milanodesignfilmfestival.com/festival-festival-program/.

Andrea Viola

DOVE
Palazzo della Triennale di Milano e Teatro dell’Arte – Prossime date: 21-22 giugno, 12-13 luglio e 6 settembre 2016

COSTI
Tutte le serate sono a ingresso libero con prenotazione: festivalonfestival@mdff.it

INFO
www.triennale.org

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *