Dal 22 al 24 marzo al Teatro Sala Fontana di Milano Shakespeare Dead Dreams

Dal 22 al 24 marzo al Teatro Sala Fontana di Milano SDD|Shakespeare Dead Dreams

Dal 22 al 24 marzo al Teatro Sala Fontana di Milano Shakespeare Dead Dreams

Dal 22 al 24 marzo al Teatro Sala Fontana di Milano una finestra sulla danza contemporanea con SDD|Shakespeare Dead Dreams, co-produzione italo/armena ispirata, come suggerisce il titolo, a 4 drammi del celebre drammaturgo inglese.

Dal 22 al 24 marzo al Teatro Sala Fontana di Milano SDD|Shakespeare Dead Dreams. Foto di Andrea Ulivi
Dal 22 al 24 marzo al Teatro Sala Fontana di Milano SDD|Shakespeare Dead Dreams. Foto di Andrea Ulivi

Vahan Badalyan e Angela Torriani Evangelisti presentano, dopo il successo di 7th Sense arrivato alla 50ma replica, la nuova co-produzione italo-armena tra Versiliadanza e lo Small Theatre. SDD si ispira a quattro capolavori di William Shakespeare: Amleto, Otello, Macbeth e Re Lear. Il regista armeno Vahan Badalyan, in collaborazione con la coreografa italiana Angela Torriani Evangelisti, presenta uno spettacolo che vuole essere una galleria di personaggi Shakespeariani attraverso i linguaggi del teatro e della danza.

SDD è un viaggio polifonico e surreale nei quattro drammi di Shakespeare e gioca tra vari parallelismi delle figure principali. La composizione dei diversi quadri esalta la tavolozza dei colori intensi della natura umana e della sua affettività, appassionatamente e algidamente portate in scena da Arsen Khachatryan, Leonardo Diana e Angela Torriani Evangelisti. I colori tenui e pastello si sviluppano gradualmente nel tessuto scarlatto della disperazione, delle decisioni fatali, della passione e della morte.

I protagonisti

Vahan Badalyan, giovane regista classe 1980, è oggi considerato il miglior protagonista della scena teatrale armena. E’ stato docente dell’Istituto del Cinema e del Teatro di Yerevan, da alcuni anni dirige la compagnia e teatro Small Theatre/ National Centre of Aesthetics. Versiliadanza ha invitato il suo Diary of a Madman nel novembre 2007 a Firenze  presentando per la prima volta in Europa la compagnia armena.

Versiliadanza, fondata nel 1993 da Angela Torriani Evangelisti, è un organismo professionale di produzione di danza riconosciuto da: Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale Spettacolo dal Vivo, Regione Toscana, Comune di Firenze e sostenuta dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Negli anni ha ospitato e collaborato con artisti di fama mondiale come Antonio Tabucchi, Susanne Linke, Urs Dietrich, Bob Wilson, Luciana Savignano, Paco Decina, Igor Mitoraj e strutture come il Festival La Versiliana,  l’Istituto Internazionale Andrej Tarkovskij, Fabbrica Europa, Rencontres Chorégraphiques Internationales de Bagnolet Seine Saint Denis, Small Theatre/ NCA e Ambasciata d’Italia a Yerevan (Armenia). Dal giugno 2012 è residente presso il Teatro Cantiere Florida di Firenze, di cui Angela Torriani Evangelisti è responsabile artistica per il settore danza. Nel 2013 ha ottenuto il riconoscimento della Regione Toscana quale Centro Regionale per la Danza. Dal 2003 è socio di ADAC – Toscana/ Associazione Danza Arti Contemporanee.

DOVE | QUANDO
Teatro Sala Fontana, Via G.A. Boltraffio, 21, Milano – Da martedì 22 marzo a giovedì 24 marzo 2016, alle ore 20.30

COSTI
Intero 15€, ridotto 10€ (Studenti universitari / convenzionati)

SPETTACOLO
ideazione, regia, suono e costumi Vahan Badalyan
coreografia Angela Torriani Evangelisti
interpreti Arsen Khachatryan, Leonardo Diana, Angela Torriani Evangelisti
video Vahram Manukyan
scene Vahan Badalyan in collaborazione con Narek Minassyan
disegno luci Vahan Badalyan in collaborazione con Gabriele Termine
scenotecnica Aram Khloyan, Eva Sgrò
produzione Versiliadanza
in collaborazione con Small Theatre/NCA
con il supporto di MiBACT – Direzione Generale Spettacolo dal Vivo, Regione Toscana/Sistema Regionale dello Spettacolo