Cosa fare a Milano nel weekend: eventi consigliati da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre

Cosa fare a Milano nel weekend: eventi consigliati da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre

Milano, ci attende un weekend ricco di eventi di musica, arte e cultura. In questo articolo vi proponiamo alcune idee per trascorrere un fine settimana diverso, da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre, alla scoperta degli eventi più interessanti a Milano e non solo. Nella sezione seguente abbiamo inserito descrizioni brevi per tutti gli eventi in programma durante il weekend, oltre ai link per l’acquisto dei biglietti.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre
Appuntamenti in Duomo a Milano fra concerti e visite guidate. Foto dr_zoidberg – via flickr.com. Licenza CC BY-SA 2.0

Sabato e domenica appuntamento in Duomo fra concerti e visite guidate. Ulteriori info qui.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre
Metrapolis: allo Spazio 22 di Milano una mostra racconta New York vista da Frankie-hi-nrg mc

Metrapolis, mostra fotografica di Frankie hi-ngr mc su New York. Ulteriori info qui.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre
Mucha in mostra a Palazzo Reale a Milano fino al 20 marzo 2016

Mucha e l’Art Nouveau in mostra a Palazzo Reale a Milano. Ulteriori info qui. Biglietti in vendita su Ticketone.it

Cosa fare a Milano nel weekend: spettacoli di teatro da non perdere
Miseria e Nobiltà – Teatro Sala Fontana di Milano, in scena per tutto il weekend.

Da venerdì a domenica: Miseria&Nobiltà, un intramontabile classico al Teatro Sala Fontana di Milano. Ulteriori info quiBiglietti in vendita, in sconto per i lettori di Eventi@Milanoqui.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre
Hayez alle Gallerie d’Italia di Milano. Immagine: Francesco Hayez, Ritratto della cantante Matilde Juva Branca, 1851

Da venerdì a domenica: i capolavori di Hayez in mostra alle Gallerie d’Italia. Ulteriori info qui. Biglietti in vendita su Ticketone.it

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre
Albergo Diurno Porta Venezia, Milano – visita guidata sabato 19 dicembre

Sabato 19 dicembre: visite guidate straordinarie all’Albergo Diurno di Porta Venezia a Milano. Ulteriori info qui.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre
Paolo Tomelleri e la Big Band Jazz in concerto a Milano domenica 20 dicembre

Domenica sera: Happy Christmas in Jazz, la Tomelleri Big Band Jazz in concerto all’Auditorium di Milano per Telethon. Ulteriori info qui.

Ancora Vivi - Bar Boon Band: proiezioni nel weekend allo Spazio Oberdan di Milano
Ancora Vivi – Bar Boon Band: proiezione allo Spazio Oberdan di Milano, venerdì 18 e domenica 20 dicembre

Venerdì e domenica: allo Spazio Oberdan di Milano “Ancora vivi – Bar Boon Band”. Ulteriori info qui.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre
Planetario Civico di Milano – Che guaio… Babbo Natale ha perso la strada!

Domenica: pomeriggio al Planetario Civico. Che guaio… Babbo Natale ha perso la strada!. Ulteriori info qui.

Adolfo Wildt - Orecchio. Foto via GAM. Opera in prestito dalla Galleria Daniela Balzaretti
Adolfo Wildt -L’orecchio (1918-1919). Foto via GAM. Opera in prestito dalla Galleria Daniela Balzaretti

Da venerdì a domenica: riscoprire il genio e la tecnica di un grande sculture milanese con “Adolfo Wildt. L’ultimo simbolista”. Ulteriori info qui. Biglietti in vendita su Ticketone.it

Sabato e domenica appuntamento in Duomo fra concerti e visite guidate

Grandi appuntamenti in Duomo per questo weekend!

Il primo è la visita guidata “Luci e colori dalle grandi vetrate del Duomo”, alla scoperta delle affascinanti e misteriose vetrate della chiesa simbolo di Milano.
La visita guidata, di un’ora circa, si terrà sabato 19 dicembre alle 15 e viene svolta sia in italiano che in inglese. Per partecipare, è obbligatoria la prenotazione scrivendo a visita@duomomilano.it. Costo: 10€ a persona, gratis per i bambini sotto i 6 anni. Per info: Duomo Info Point in Piazza Duomo, Lunedì – Venerdì dalle 9.30 alle 17.30; Sabato e domenica dalle 9.30 alle 15.30 – Tel. 02 72 02 33 75.

Sabato 19 dicembre, alle 19.30, Concerto per il Santo Natale in Duomo offerto alla città dalla Veneranda Fabbrica del Duomo e dal Comune di Milano. I Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone eseguiranno musiche di F.X. Gruber, G. Torelli, J. S. Bach, A. Vivaldi, W. A. Mozart, G. Rossini, N. Paganini. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Il concerto si terrà a seguire la Santa Messa delle ore 17.30.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre
Appuntamenti in Duomo a Milano fra concerti e visite guidate. Foto dr_zoidberg – via flickr.com. Licenza CC BY-SA 2.0

Domenica 20 dicembre, come ogni terza domenica del mese, si rinnova invece l’appuntamento con Percorsi a ritmo di pagina al grande museo del Duomo, le visite guidate speciali tra le sale del Museo e non solo. L’appuntamento di domenica 20 dicembre prevede una visita dedicata alla scoperta del lavoro degli scalpellini del Duomo, dal Medioevo ad oggi. Un racconto corale che si svolge tra le sale del Museo attraverso il testo teatrale “Lungh ‘me la Fabrica del Domm”, lo spettacolo andato in scena sulle Terrazze del Duomo lo scorso agosto, nel quale la Fabbrica ha narrato la propria infinita storia attraverso le voci e i gesti di tutti coloro che nel tempo hanno segnato questo grande percorso.

Le visite durano 45 minuti a partire dalle 16. Il costo, di 4€ a persona, va aggiunto a quello del biglietto di accesso al Grande Museo del Duomo (€2,00). Segnaliamo ai nostri lettori che il Museo del Duomo fa parte degli oltre 90 siti di interesse storico ed artistico della Lombardia visitabili liberamente e senza limiti con l’ Abbonamento Musei Lombardia Milano, tessera valida 365 giorni dalla data di acquisto.

Ritrovo: ore 15.45 presso la biglietteria del Grande Museo del Duomo di Milano (Piazza Duomo, 12 – Palazzo Reale). Prenotazione obbligatoria alla mail didattica@duomomilano.it o al numero 02 89015321

Non dimenticate di essere in Piazza Duomo alle 18 per i concerti del calendario dell’Avvento! Tutte le info qui. Per conoscere le grande storia del Duomo, leggi i nostri speciali (Duomo – parte 1 e Duomo parte 2) dedicati a questa chiesa tanto bella quanto misteriosa!

Metrapolis, mostra fotografica di Frankie hi-nrg mc su New York

Una mostra da vedere per chi sogna New York o per chi ha amato New York, la città che non dorme mai, la città dalle mille contraddizioni e dall’indiscutibile fascino!

A questa splendida città è dedicato Metrapolis, l’ultimo lavoro di Frankie hi-nrg mc svolto in collaborazione con Fujifilm Italia. Le fotografie che Frankie hi-nrg mc presenta al pubblico milanese mostrano situazioni in cui i soggetti ritratti sembrano esprimersi “liberamente” all’interno di una gabbia che li imprigiona, ma che non sembra soffocarli.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre
New York vista da Frankie-hi-nrg
Mostra Metrapolis.

A New York, luogo simbolo e mecca culturale degli appassionati di hip-hop, laboratorio espressivo e teatro della Storia, Frankie hi-nrg mc vi ha trascorso 6 settimane, esplorandone il tessuto urbano e umano, raccontandone i contrasti e i paradossi attraverso vari linguaggi, tra cui quello fotografico. “METRAPOLIS” è appunto un neologismo che sintetizza la doppia natura di città ideale e trappola, ci restituisce una personale visione di New York, un’osservazione critica e nuova di una delle città più fotogeniche.

Con i suoi scatti ci accompagna a scoprire la natura ambigua di questa grande città, in eterna contraddizione tra espressione e schematismo, tra indipendenza e costrizione. La personale sarà visitabile fino all’11 gennaio 2016 presso Spazio 22 (Viale Sabotino, 22 – porta Romana), l’ingresso è gratuito. Orari: dal Martedì al Venerdì 11-13 / 14-19, Sabato 15-19.

Mucha e l’Art Nouveau in mostra a Palazzo Reale a Milano

Sarà visitabile fino al 20 marzo 2016 a Palazzo Reale di Milano, la mostra Alfons Mucha e le atmosfere art nouveau, un’esposizione di oltre 220 opere fra i celebri manifesti Art Nouveau, mobili, piatti e sculture   da fine  Ottocento e i primi decenni del Novecento.

La mostra e’ promossa dal Comune di Milano, prodotta e organizzata da Palazzo Reale, Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura di Genova e dal gruppo 24 Ore ed e’ curata da Karel SRP, per la parte relativa alle opere di Mucha, e da Stefania Cretella, studiosa di arti decorative, per la parte dedicata alle arti decorative del periodo art nouveau.

L’esposizione nasce dalla collaborazione con le città di Praga e di Genova, dove si sposterà una volta terminata l’esposizione milanese ed anticipa le grandi mostre del 2016 che approfondiranno, attraverso i grandi movimenti artistici e i loro protagonisti, quel periodo di transizione e di importanti trasformazioni che si colloca tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento: una riflessione che culminera’ nella grande mostra sul Simbolismo, in apertura a febbraio 2016, e nell’importante progetto dedicato a Boccioni previsto per la prossima primavera.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre
Mucha in mostra a Palazzo Reale a Milano fino al 20 marzo

Alfons Maria Mucha, pittore e scultore ceco, è stato uno dei più importanti artisti dell’Art Nouveau. La sua produzione comprende moltissime opere: pannelli decorativi, cartelloni pubblicitari, manifesti teatrali – particolarmente importanti sono quelli per le recite della grande attrice Sarah Bernhardt (famosa la litografia per la Dame aux camelias) – copertine per riviste, calendari e illustrazioni librarie che spesso ritraggono giovani donne circondate da motivi floreali che diventano una cornice attorno al soggetto. Il suo stile fu subito imitato sia nella pubblicità che nell’arte.

Di Mucha ricordiamo anche i disegni dei francobolli, delle banconote e altri documenti governativi che produsse quando la Cecoslovacchia, dopo la Prima guerra mondiale, ottiene l’indipendenza. A Praga, a Palazzo Kaunický, è visitabile l’unico museo al mondo dedicato all’artista che comprende una selezione di oltre 100 reperti fra dipinti, fotografie, disegni a carboncino, pastelli, litografie e memorabilia personali. Orari di apertura nel weekend della mostra a Palazzo Reale: venerdì e domenica 9.30-19.30, sabato 9.30-22-30. Biglietti in vendita su Ticketone.itI possessori della tessera Abbonamento Musei Lombardia Milano possono accedere alla mostra acquistando il biglietto ridotto (10€ invece di 12€).

Da venerdì a domenica: Miseria&Nobiltà, un intramontabile classico al Teatro Sala Fontana di Milano

Per tutto il weekend al Teatro Sala Fontana di Milano va in scena un intramontabile classico, Miseria&Nobiltà: la storia di un povero squattrinato, Felice Sciosciammocca, che costretto a vivere di espedienti per rimediare a fatica un tozzo di pane, dà vita a una fitta tessitura di trovate dialogiche e di situazioni che rappresentano la summa dell’arte attoriale italiana e di quanto di meglio la storia del teatro (in particolare quella napoletana) abbia prodotto nel tenere il pubblico inchiodato alla sedia.

Cosa fare a Milano nel weekend: spettacoli di teatro da non perdere
Miseria e Nobiltà – Teatro Sala Fontana di Milano, in scena per tutto il weekend. Biglietti in sconto per i lettori di Eventiatmilano.it

I lettori di e@m possono usufruire di uno sconto sull’acquisto dei biglietti, pagando 14€ a persona (invece di 18€). Per ottenere lo sconto, utilizzate questo form di prenotazione o scrivete una mail con oggetto “Miseria&Nobiltà – Convenzione Eventiatmilano” a stampa.fontana@elsinor.net, mettendo in copia eventiatmilano@gmail.com e indicando il numero di persone e la replica a cui si vuole assistere. I biglietti prenotati on-line potranno essere ritirati presso la biglietteria, entro 45 minuti prima dello spettacolo. Orari nel weekend: venerdì e sabato dalle 20.20, domenica dalle 18.00.

Da venerdì a domenica: i capolavori di Hayez in mostra alle Gallerie d’Italia

I capolavori di Francesco Hayez, tra i protagonisti del romanticismo pittorico italiano ed europeo, sono esposti fino al 21 febbraio negli spazi monumentali delle Gallerie d’Italia a Milano. Opere come i celeberrimi ritratti del Manzoni o della Principessa Belgiojoso, le opere di ispirazione storica, sacra o mitologica, le suggestioni orientaliste, i meravigliosi e sensuali nudi femminili.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre
Hayez alle Gallerie d’Italia di Milano. Immagine: Francesco Hayez, Ritratto della cantante Matilde Juva Branca, 1851

Tra le opere esposte, provenienti dalle maggiori collezioni pubbliche e private, va segnalata la presenza di tutte e tre le versioni del Bacio, dipinto-icona dell’arte di tutti i tempi, oltre alle lunette affrescate destinate all’ufficio della Borsa di Venezia, a Palazzo Ducale, mai viste in pubblico. In mostra anche “L’ultimo bacio dato a Giuletta da Romeo”, olio su tela del 1823 nel quale per la prima volta Carolina Zucchi, allieva, modella e amante di Hayez, posa per l’artista. Il dipinto proviene dalla Villa Carlotta, splendida dimora affacciata sul lago di Como. Biglietti in vendita su Ticketone.it.

I possessori della tessera Abbonamento Musei Lombardia Milano possono accedere liberamente e senza pagare costi aggiuntivi alle Gallerie d’Italia.

Sabato: visite guidate straordinarie all’Albergo Diurno di Porta Venezia a Milano

Un luogo che non ti aspetti, l’Albergo Diurno Venezia (ne abbiamo parlato in un articolo dedicato al Cobianchi), da visitare durante il weekend: prosegue, con un appuntamento sabato 19, il ciclo di visite guidate straordinarie all’Albergo Diurno Venezia organizzate dalla Delegazione FAI di Milano.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre
Albergo Diurno Porta Venezia, Milano – visita guidata sabato 19 dicembre. Foto via instagram

Gli alberghi diurni, nati da una geniale idea dell’imprenditore bolognese Cleopatro Cobianchi intorno al primo decennio degli anni ’20, erano famosi per l’igiene e per gli ambienti molto lussuosi: la decorazione e gli arredi erano affidati alla più grandi firme dell’epoca e ritenuti i migliori esempi del liberty e dell’art decò italiani. Ingresso consentito per gruppi di 20 visitatori accompagnati ogni 30 minuti, disponibilità di posti limitata a partire dalle ore 10.15 fino alle 17.45. A partire dalle ore 10.00 al banco accoglienza è possibile ricevere l’accredito di ingresso per la giornata stessa, fino ad esaurimento posti. La visita è a contributo libero. Altre info su http://www.fondoambiente.it

Domenica sera: Happy Christmas in Jazz, la Tomelleri Big Band Jazz in concerto all’Auditorium di Milano per Telethon

Domenica 20 dicembre all’Auditorium di Milano (largo Mahler) la Big Band Jazz di Paolo Tomelleri si esibirà in originali versioni di celebri brani che hanno fatto la storia del Jazz, genere musicale contemporaneo, di cui l’improvvisazione costituisce la caratteristica fondamentale. In occasione del concerto, con Rachel Kolly d’Alba al violino e l’ Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi (direttore John Axelrod), il Maestro Tomelleri introdurrà i brani in programma con riferimenti storici e aneddotici, raccontando le influenze del jazz americano sulla musica popolare italiana.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre
Paolo Tomelleri e la Big Band Jazz in concerto a Milano domenica 20 dicembre

Il concerto per Telethon, che inizierà alle ore 20.00, è a favore della ricerca sulle malattie genetiche. Musiche di Duke Ellington, Cole Porter, Glenn Miller, Luis Prima. Biglietto 10 euro + d.p. acquistabile online su www.vivaticket.it

Venerdì e domenica: allo Spazio Oberdan di Milano “Ancora vivi – Bar Boon Band”

Dal 18 dicembre 2015 al 3 gennaio 2016 presso lo Spazio Oberdan a Milano verrà trasmesso “Ancora vivi – Bar Boon Band”, un docufilm che racconta la storia di una band musicale messa in piedi da un gruppo di senzatetto della città (ne abbiamo già parlato in un articolo precedente). Nonostante la difficoltà di vivere ai margini della società, “Ancora vivi” racconta di come, in maniera rispettosa e sincera, si possa andare avanti con grande energia e vitalità grazie alla passione per la musica.

Ancora Vivi - Bar Boon Band: proiezioni nel weekend allo Spazio Oberdan di Milano
Ancora Vivi – Bar Boon Band: proiezione allo Spazio Oberdan di Milano, venerdì 18 e domenica 20 dicembre

A tutte le proiezioni in programma seguiranno interventi dal vivo della Bar Boon Band. Il regista Massimo Fanelli, invece, presenzierà alle proiezioni del 18, 20 e 27 dicembre. Due le proiezioni in programma nel weekend allo Spazio Oberdan, in Viale Vittorio Veneto 2 a Milano: Venerdì 18 dicembre h 21.15 e Domenica 20 dicembre h 19. Biglietto d’ingresso: € 7,00; € 5,50 con Cinetessera

Domenica: pomeriggio al Planetario Civico. Che guaio… Babbo Natale ha perso la strada!

Domenica pomeriggio al Planetario Civico di Milano Mauro Arpino guiderà grandi e bambini a districarsi tra le stelle. Doppio appuntamento, dalle 15.00 e dalle 16.30: gira voce che Babbo Natale abbia smarrito la strada e perciò la sua visita nelle case durante la notte di Natale potrebbe essere a rischio. Nella regione artica dove abita, non riesce a trovare la rotta. E’ tutto buio perché è sempre notte in questo periodo dell’anno da quelle parti: le renne non vedono nulla e sono proprio disperate!

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre
Planetario Civico di Milano – Che guaio… Babbo Natale ha perso la strada!

L’iniziativa è pensata per bambini con età consigliata sopra gli 8 anni. Il Civico Planetario “Ulrico Hoepli” si trova all’interno dei Giardini Pubblici “Indro Montanelli”, in corso Venezia, 57 a Milano. Biglietto intero 5€, ridotto 3€ (fino a 18 e da 65 anni). Ulteriori informazioni su www.comune.milano.it/planetario

Da venerdì a domenica: riscoprire il genio e la tecnica di un grande sculture milanese con “Adolfo Wildt. L’ultimo simbolista”

Approfittate del weekend per riscoprire il genio e la tecnica di un grande scultore milanese, Adolfo Wildt, grazie alla mostra “Adolfo Wildt (1868-1931). L’ultimo simbolista” ospitata alla Galleria di Arte Moderna di Milano (ne abbiamo parlato qui). La mostra, realizzata con la straordinaria collaborazione dei Musées d’Orsay et de l’Orangerie di Parigi, presenta un percorso articolato in 55 opere in gesso, marmo, bronzo, con una serie di disegni originali e alcune opere a confronto: oltre alla Vestale di Antonio Canova,  sono esposte opere di Fausto Melotti, Lucio Fontana e Arrigo Minerbi.

cosa fare a Milano e non solo da venerdì 18 dicembre a domenica 20 dicembre
“Adolfo Wildt. L’ultimo simbolista”

Forse non tutti sanno che… proprio a Wildt si deve una splendida e curiosa scultura che riproduce un orecchio con tanto di padiglione auricolare, condotto uditivo e ciocche di capelli. La scultura aveva la funzione di citofono, uno dei primi esemplari dell’epoca, attraverso il quale si parlava con la portineria: se non l’avete mai vista, potete ammirarla in via Serbelloni 10, a Milano, accanto l’ingresso del Palazzo Sola-Busca. La musica ha reso omaggio all’orecchio di Wildt, che è stato utilizzato dal cantautore milanese Eugenio Finardi per la copertina del suo album “Acustica”. I biglietti per la mostra in Galleria d’Arte Moderna sono in vendita su Ticketone.it.

Segnaliamo ai nostri lettori che la mostra è ad ingresso libero e gratuito per i possessori della tessera Abbonamento Musei Lombardia Milano, di cui vi abbiamo parlato in un articolo dedicato.

Una nota per chi ci segue tramite la newsletter (iscriviti): questo articolo potrebbe essere aggiornato nel corso della settimana, con ulteriori idee per un weekend diverso, divertente, alla scoperta degli eventi più interessanti a Milano e non solo.

Paolo Vanadia, Giulia Minenna

eventiatmilano Image Banner 160 x 600