Dal 29 aprile a Palazzo Reale, Milano, la mostra IL PRINCIPE DEI SOGNI. Giuseppe negli arazzi medicei di Pontorno e Bronzino

monica_bonora_arazzi_quirinale_roma_mostra

Dal 29 aprile a Palazzo Reale, Milano, la mostra IL PRINCIPE DEI SOGNI. Giuseppe negli arazzi medicei di Pontorno e Bronzino

Dal 29 aprile in mostra a Palazzo Reale, Milano, “Il Principe dei sogni. Giuseppe negli arazzi medicei di Pontorno e Bronzino”. Ce ne parla Monica Bonora, blogger nata a Torino ma di stanza a Roma, ossessionata dalla bellezza, amante dell’arte tutta e ideatrice del progetto Salotto Bonora (http://www.salottobonora.com/).
arazzi medicei in mostra dal 29 aprile 2015 a milano palazzo reale
Dal 29 aprile a Milano la mostra “Il Principe dei sogni. Giuseppe negli arazzi medicei di Pontorno e Bronzino”

 

La mostra, fino al 12 aprile 2015, è ospitata nel Salone dei Corazzieri, Palazzo del Quirinale di Roma.
L’evento fa parte delle iniziative di ExpoinCittà, il palinsesto di oltre 17mila iniziative, promosso dal Comune e dalla Camera di Commercio di Milano, che accompagnerà la vita culturale della città durante il semestre dell’Esposizione Universale. 

Dal 29 aprile al 23 agosto a Palazzo Reale la mostra “Il Principe dei sogni. Giuseppe negli arazzi medicei di Pontorno e Bronzino”

 

Certo entrare al Quirinale fa un certo effetto, anche se a Roma alla Grande Bellezza si è quasi assuefatti. Un lunghissimo tappeto rosso a perdita d’occhio attraversa sale dense di arte, di storia e di cultura. Siamo nella Capitale, la sensazione è proprio questa. Uomini imponenti come Avatar si distribuiscono per il Palazzo e danno disposizioni, sono i corazzieri. E’ curioso vederli senza alta uniforme. Sembra che appartengano ad un altro popolo alti come sono. Nel Salone dei Corazzieri – Palazzo del Quirinale è in mostra, fino al 12 aprile 2015, Il Principe dei sogni, Giuseppe negli arazzi medicei di Pontormo e Bronzino. 

Dal 29 aprile a Palazzo Reale, Milano, la mostra IL PRINCIPE DEI SOGNI. Giuseppe negli arazzi medicei di Pontorno e Bronzino

 

Si tratta di una mostra itinerante in tre tappe pensata per “unire” l’Italia nell’anno dell’Expo. Un’esposizione che, partendo dal Salone dei Corazzieri del Quirinale, dove sarà aperta fino al 12 aprile, approderà a Milano, nella Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale dal 29 aprile al 23 agosto e a Firenze, nella Sala dei Duecento di Palazzo di Palazzo Vecchio, dal 15 settembre al 15 febbraio del 2016.

“Nel corso della prossima Esposizione Universale di Milano – scrive in una nota il Capo dello Stato, Sergio Mattarella – gli occhi del mondo saranno puntati sull’Italia e in particolare sul suo straordinario patrimonio culturale.” Quale combinazione potrebbe essere più vincente? Il Quirinale e gli arazzi hanno all’incirca la stessa età ed è forse per questo che legano così bene.
L’ingresso nella sala dei Corazzieri così rivestita è mozzafiato. Una versione in seta della meravigliosa Cappella degli Scrovegni di Padova dipinta da Giotto.

I disegni di Bronzino e Pontormo si trasformano in arazzi realizzati dai maestri fiamminghi Jan Rost e Nicolas Karcher. E così come Giotto racconta la storia del nuovo testamento, loro raccontano la storia di Giuseppe. Figlio prediletto di Giacobbe, detestato dai fratelli per invidia. Venduto dagli schiavi in Egitto, Giuseppe sa trionfare su tutte le insidie poste sulla sua strada, farsi valere, recitare un ruolo primario nella gerarchia dell’impero faraonico e diventare grande tanto da saper perdonare i fratelli che lo avevano tradito. Siamo nell’antico testamento.

Viene spontaneo citare Einaudi editore che, citando Melania Mazzucco, scrive in un tweet “ la pittura non avrebbe potuto esistere senza due libri: la Bibbia e la Metamorfosi di Ovidio.
Gli arazzi furno commissionati da Cosimo I de’ Medici tra il 1545 e il 1553 per la sala dei Duecento in Palazzo Vecchio a Firenze. Dopo aver sposato la bella e raffinata Eleonora, figlia di Pedro di Toledo, il duca Cosimo si trasferì nel “palazzo maggiore”, già Palazzo dei Priori in piazza della Signoria, dove come ebbe a scrivere lui stesso “sono stanze regali”, non per costruirvi la propria dimora ma per farne sede del proprio governo.

 

Mostre a Milano: Monica Bonora ci parla di "Il Principe dei sogni. Giuseppe negli arazzi medicei di Pontorno e Bronzino"
In foto: Monica Bonora
Monica, blogger nata a Torino ma sposata con Roma, è l’ideatrice del progetto Salotto Bonora

Alcuni di questi capolavori sono stati quasi totalmente risparmiati dal passare del tempo e la loro bellezza è rimasta integra. Gli arazzi sono circondati da cornici a grottesca di stoffa che sembrano dei basso rilievi. Gli arazzi “escono” e si animano. Siamo sicuri di aver inventato noi il 3D?

Monica Bonora

DOVE | QUANDO
Palazzo Reale, Piazza Duomo, 12, Milano – Dal 29 aprile al 23 agosto 2015
Lunedì 14.30 – 19.30. Martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30 – 19.30
Giovedì e sabato 9.30 – 22.30
La biglietteria chiude un’ora prima
INFO
http://www.artpalazzoreale.it/