Giovedì 26 marzo inaugurazione del Mudec, il nuovo Museo delle culture a Milano

Visita il MUDEC - Museo delle Culture di Milano

Giovedì 26 marzo inaugurazione del Mudec, il nuovo Museo delle culture a Milano

Era il 2001 quando lo Studio David Chipperfield vinse il concorso internazionale per La Città delle Culture, bandito dall’allora assessore alla Cultura e Musei Salvatore Carrubba con il direttore centrale Alessandra Mottola Molfino (artefici anche del Museo del Novecento all’Arengario).

Il progetto prevedeva la riqualificazione dell’ex area industriale Ansaldo, via Tortona 56, in cui creare un nuovo polo museale comprensivo del Nuovo Museo Archeologico, il Centro delle Culture Extraeuropee, il CASVA (Centro di Studi sulle Arti Visive), il Laboratorio di marionette tradizionali dei F.lli Colla.

Logo del MUDEC, Museo delle culture
Logo del MUDEC, Museo delle Culture di Milano

L’idea iniziale era quella di realizzare un edificio la cui hall avrebbe rappresentato una sorta di piazza in cui accogliere il pubblico ed una serie di camminamenti che avrebbero condotto agli spazi espositivi.

Siamo ovviamente tutti curiosi di vedere questo nuovo spazio milanese che, fra molti ritardi, aperture rimandate e vicissitudini varie, finalmente verrà inaugurato il 26 marzo 2015 (nonostante il chiacchierato qui pro quo fra l’architetto e l’amministrazione comunale per la pavimentazione non rispondente alle aspettative di  David Chipperfield)

Giovedì 26 marzo inaugurazione del Mudec, il nuovo Museo delle culture a Milano
Interni del MUDEC, Museo delle Culture di Milano

Abbiamo sbirciato qualche foto e qualche rendering pubblicati nei giorni scorsi e sappiamo che il complesso è ampio più di 17.000 mq e l’edificio si sviluppa su tre piani. Il primo destinato a caffetteria, bookshop, didattica, biblioteca e uffici mentre gli altri due ospiteranno esposizioni permanenti e temporanee di collezioni di culture provenienti da tutto il mondo.

All’interno è allestito uno spazio per il Forum Città Mondo (500 associazioni delle comunità presenti a Milano, da 80 Paesi), depositi e laboratori. Chipperfield ha dichiarato che non si tratta di un’opera monumentale e che si è cercato di mantenere la struttura originale senza stravolgerla nelle forme.
Il 26 marzo inaugurazione del Mudec, il nuovo Museo delle culture a Milano
Facciata esterna del MUDEC, Museo delle Culture di Milano

Due le mostre in programma già a partire dal 27 marzo. Mondi a Milano mostra dedicata al dialogo tra Milano e i tanti mondi lontani. La mostra, accessibile fino al 19 luglio, espone opere d’arte, oggetti di design, architetture, documenti e arredi che testimoniano il fascino dell’esotismo e l’ansia di modernità. 
La seconda mostra, Africa, accessibile fino al 30 agosto, è stata curata da Ezio Bassani, Lorenz Homberger, Gigi Pezzoli e Claudia Zevi ed espone oltre 200 pezzi attraverso cui è raccontata l’arte africana dal Medioevo ad oggi

Mudec è il primo museo italiano ad essere gestito in partnership tra pubblico e privato: il Comune di Milano ricopre la direzione scientifica del patrimonio, la sua valorizzazione e il coordinamento dell’attività del Forum Città Mondo, mentre 24 ORE Cultura – Gruppo 24 Ore è responsabile della programmazione e realizzazione delle mostre.

Il museo seguirà i seguenti orari di apertura: lunedì 14.30-19.30, martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30-19.30, giovedì e sabato 9.30-22.30.
Biglietti singoli 15 euro intero, 13 euro ridotto (audioguida gratuita)

Il 26 marzo è prevista un’inaugurazione a cui chiunque potrà partecipare gratuitamente previa prenotazione sul sito www.eventbrite.it/e/biglietti-mudec-inaugurazione-mostre-africa-la-terra-degli-spiriti-e-mondi-a-milano-16197794038, al momento le disponibilità sono quasi completamente esaurite. Aggiornamento del 25/3: l’inaugurazione aperta a tutti (previa prenotazione) ha registrato il tutto esaurito in poche ore. Se non siete riusciti a prenotare il tanto ambito invito, avrete sicuramente occasione di visitare il polo museale già a partire dal 27 marzo e ammirare le due mostre in programma “Mondi a Milano” e “Africa”.

Giulia Minenna

Leave a comment