Milano Film Festival, film visti per voi e segnalazioni per i prossimi giorni

Milano Film Festival, film visti per voi e segnalazioni per i prossimi giorni

Torniamo a parlarvi con piacere del Milano Film Festival, giunto quest’anno alla diciannovesima edizione, che propone fino a domenica 14 settembre proiezioni, djset, laboratori, rassegne, concerti live, coinvolgendo i grandi del cinema e i registi più interessanti del panorama italiano ed internazionale.
Il MFF2014 si articola in varie sezioni: Concorso Lungometraggi, Concorso Cortometraggi, The Outsiders, Colpe di Stato, Buon compleanno, Mr. Švankmajer!, Esperimento: Europa. 1914-1989-2014, Hecho en México, Focus Animazione, I 400 sorsi, Video espanso, Eventi speciali, VerniXage, Parklive (si veda l’articolo dedicato), Incontri e workshop, Milano Film Festivalino, Salon des refusés.

 

Partiamo con due brevi recensioni di Sabrina Ria, che ci racconta “Brooklyn” di Pascal Tessaud e “O Menino e O Mundo” di Alê Abreu. Per entrambi i film è prevista una replica venerdì 12 settembre.

 

Visti per voi: “Brooklyn”

“Brooklyn”, lungometraggio di 83′ del francese Pascal Tessaud presentato nella sezione indipendente al festival di Cannes e in concorso per il Milano Film Festival 2014, è la storia coinvolgente della poco più che ventenne Coralie, che dalla Svizzera approda a Saint Denis ossia nel Bronx della Francia, con la voglia di esprimersi attraverso l’Hip Hop.
Coralie ha con se solo poche cose, che rappresentano tutto il suo mondo: una valigia, qualche foto, un quaderno dove appunta i suoi testi e un paio di cuffie. L’hip hop per Coralie è liberatorio, è rabbia che diventa espressione di sé, attraverso un percorso fatto di irrequietezze, coincidenze, e determinazione.
film del milano film festival scelti per voi: Brooklyn
Attori non professionisti per “Brooklyn”, di Pascal Tessaud: il regista ha
puntato su giovani artisti per poter dare una rappresentazione dell’Hip Hop francese
Il regista, che con ‘Brooklyn’ sperimenta il suo primo lungometraggio, ha preferito non scegliere degli attori professionisti, puntando invece su giovani artisti che forniscono un’autentica rappresentazione dell’Hip Hop francese. Per interpretare il ruolo di Coralie, ad esempio, Tessaud ha scelto la cantante e ballerina KT Gorique, prima donna a vincere il contest internazionale di Hip Hop End of the Weak. Soundtrack: Khulibai, Calogero Di Benedetto, DJ Dusty

Visti per voi: “O Menino e O Mundo”

 

“O Menino e O Mundo”, toccante lungometraggio animato vincitore del festival di animazione in Portogallo ed in concorso nell’attuale edizione del Milano Film Festival, è un viaggio della vita percorso attraverso gli occhi di un bambino.
film del milano film festival scelti per voi: O Menino e O Mundo
“O Menino e O Mundo” di Alê Abreu: al Milano Film Festival
un’avventura fantastica e reale al tempo stesso
Un’avventura fantastica e reale, diretta dal brasiliano Alê Abreu, che fa crescere gradualmente il protagonista attraverso la consapevolezza delle ingiustizie sociali, gli effetti del capitalismo e la deturpazione ambientale.
Il Brasile, le sue favelas e lo squallore delle fabbriche, fanno da cornice ad una storia in cui ogni spettatore potrà ritrovarsi. Lo stile grafico cambia continuamente ma riporta sempre un tratto fiabesco e la colonna sonora sostituisce i dialoghi in modo eccellente, rendendo il film distante anni luce dai blockbuster di animazione che dominano il mercato cinematografico.

 

Cortometraggi italiani nel weekend

Nel vasto programma dei cortometraggi in proiezione durante il weekend, ci ha incuriosito “Tacco 12” (ITA / 2014 / Beta / 16´), del regista e sceneggiatore Valerio Vestoso (http://vimeo.com/user10596847).

 

film del milano film festival scelti per voi: Tacco 12
“Tacco 12”, cortometraggio di Valerio Vestoso, riprende
l’idea del ballo di gruppo come patologia del secolo
Protagonista di “Tacco 12” una madre di famiglia che scivola nel vortice dei balli di gruppo fino a rimanere coinvolta in un’ossessione compulsiva che le sarà fatale, durante un veglione di Capodanno. Una sinfonia grottesca e surreale di personaggi che si alternano davanti all’obiettivo per un falso documentario insolito sulle sale da ballo.Sabrina Ria, Paolo Vanadia

 

DOVE | QUANDO
“Brooklyn”: replica venerdì 12 settembre dalle ore 20.30 al Teatro Strehler di Milano
“O Menino e O Mundo”: replica venerdì 12 settembre dalle ore 20.00 in Auditorium San Fedele a Milano
“Tacco 12”: replica sabato 13 settembre dalle ore 21.00 (gruppo C) a Parco Sempione

COSTI
INFO
http://www.milanofilmfestival.it/

Comments

  1. Peccato mi sono perso "O Menino e O Mundo"… la recensione mi ha invogliato a vederlo… poche indicazioni efficaci (a volte capita che le recensioni siano più lunghe del film! ). Sarà possibile vederlo in qualche altra occasione?

  2. Buongiorno, non abbiamo informazioni in tal senso, noi stessi abbiamo comunque apprezzato tantissimo questo lungometraggio, davvero ben fatto.
    Siamo lieti che la recensione sia stata efficace, cerchiamo di mantenere sempre una lunghezza accettabile per non annoiare i lettori!
    Paolo

Leave a comment