Dal 16 a domenica 18 maggio a Milano Wired Next Fest, tre giorni di Futuro, Innovazione e Creatività in festa

Dal 16 a domenica 18 maggio a Milano Wired Next Fest, tre giorni di Futuro, Innovazione e Creatività in festa

«Cyberspazio: un’allucinazione vissuta consensualmente ogni giorno da miliardi di operatori legali, in ogni nazione […] Una rappresentazione grafica di dati ricavati dai banchi di ogni computer del sistema umano. Impensabile complessità. Linee di luce allineate nel non-spazio della mente, ammassi e costellazioni di dati. Come le luci di una città, che si allontanano… . »
Sono passati trentanni dalla pubblicazione di Neuromante (Neuromancer nell’edizione originale), il romanzo di William Gibson considerato il manifesto del genere cyberpunk. Ormai il mondo digitale è divenuto una realtà, oltre che uno strumento che ha trasformato e continua a trasformare giorno dopo giorno i nostri modi di vivere, comprare, viaggiare, lavorare e via discorrendo.
Wired Next Fest 2014 a Milano
Wired Next Fest, a Milano da venerdì 16 a domenica 16 maggio
Giardini Indro Montanelli
Si fa fatica ad inseguire l’ultimo trend tecnologico, a capire quale sarà il prossimo passo. Dove ci stiamo dirigendo e quali sono le concrete possibilità di cambiamento che gli innovatori stanno creando per noi? Un consiglio per tutti è di vivere, questo weekend, il Wired Next Fest, la manifestazione che rinnova per il secondo anno la collaborazione tra Wired, il mensile di Condé Nast diretto da Massimo Russo, e il Comune di Milano (abbiamo già parlato di Wired Next Fest in questo articolo).
Il festival ha tre parole chiave: Futuro, innovazione e creatività, e proporrà da venerdì 16 a domenica 18 maggio, all’interno dei Giardini Indro Montanelli, numerosi eventi ad ingresso gratuito durante i quali verranno raccontate storie di innovazione nell’economia, nell’intrattenimento, nella cultura, nella Ricerca.
Ciascuna delle tre giornate del Wired Next Fest ha un tema di riferimento, che viene sviluppato attraverso conferenze, workshop, keynote speech, eventi speciali, exhibit artistici, hackathon e la presenza di eccellenze universitarie e dei centri di ricerca italiani.
Wired Next Fest, parola d’ordine “Remixing Italy”
Foto da  http://instagram.com/wireditalia

Venerdì 16 maggio: La Velocità

La prima giornata è dedicata ai protagonisti dell’innovazione e della nuova imprenditoria del Paese: tra gli appuntamenti anche un incontro con il portiere della Nazionale Gigi Buffon (info qui), che racconterà la sua avventura come azionista di maggioranza di Zucchi. Dalle 15.00, approfondimento sulla Manifattura 2.0 e sugli impatti della stampa 3D nella produzione e organizzazione del lavoro nel manifatturiero (info qui).

Stampante 3D, foto scattata al  Design Smash 3D
organizzato a Milano nel 2012 dal collettivo WeFab
PH: Paolo Vanadia

Sabato 17 maggio: La Visibilità

La giornata di sabato è dedicata al tema della visibilità: dalle 14.00, interventi della giornalista Stefania Maurizi e di Antonella Napolitano, Europe Editor di Personal Democracy Media, sul tema “La democrazia dopo Snowden”. Si indagherà il possibile futuro della democrazia in Occidente, e su quali siano le zone d’ombra e le sfide giuridiche poste dalle nuove tecnologie.

elio e le storie tese al Wired Next Fest 2014 di Milano
Anche Elio di Elio e le storie tese al Wired Next Fest 2014

Dalle 17.45, negli spazi del Planetario Civico, Elio e Rocco Tanica di Elio e le storie tese reinterpreteranno Galileo Galilei, con un ironico Dialogo sui massimi sistemi, insieme a Giovanni Gulino e Fabio Peri. 
Dalle 18.00, lo scrittore Evgeny Morozov guiderà il pubblico in un dibattito aperto sul tema “Il rehab al tempo dei Social Network” (info qui), partendo da posizioni in controtendenza, rispetto alla comune visione ottimistica che caratterizza il dibattito sulle potenzialità democratizzanti di Internet.
Giorgio Moroder, un uomo nato per far ballare la gente.
Balleremo tutti, sabato 17 maggio dalle 22.30, appuntamento ai
Giardini di Porta Venezia, Milano, Wired Next Fest.
La serata di sabato chiuderà, dalle 22.30 con l’unica data italiana di Giorgio Moroder, una vera leggenda della musica elettronica e della disco music, vincitore di tre premi Oscar (Fuga di Mezzanotte, Flashdance, Top Gun), e ideatore di alcune delle colonne sonore di maggior successo della storia del Cinema: Flashdance, Top Gun, American Gigolò, Scarface tra gli altri.
Balleremo tutti con lui, ai Giardini di Porta Venezia. L’ingresso è gratuito (info qui).

Domenica 18 maggio: La Leggerezza

L’ultima giornata è dedicata alla leggerezza: a rappresentarla l’astronauta Luca Parmitano, il regista Gabriele Salvatores, gli chef Davide Oldani e Heinz Beck, il fumettista Zerocalcare. Il Festival si chiuderà con l’anteprima nazionale del film d’animazione «Goool», del Premio Oscar argentino Juan José Campanella. 
Luca Parmitano Wired
Luca Parmitano tra gli speaker del Wired Next Fest 2014
L’appuntamento con Parmitano, l’astronauta italiano che proprio un anno fa partiva per la stazione spaziale Iss, inizia dalle 11.45 in Red Dome. Ad intervistarlo, il vicedirettore di Wired Italia Federico Ferrazza.
Buon Wired Next Fest a tutti! e se andate di fretta, guardate questo video che spiega il Wired Next Fest in appena 30 secondi!

Paolo Vanadia

Leave a comment