Vulturum+Putiferio+Edible Woman In concerto@Leoncavallo

flyer-28-aprile

Vulturum+Putiferio+Edible Woman In concerto@Leoncavallo

Vulturum+Putiferio+Edible Woman
In concerto@Leoncavallo


Quando>> Sabato 28 Aprile
Dove>>  Leoncavallo, Via Watteau, 7 Milano
Costi>>  Sottoscrizione 5€
Visto su>> Segnalazione al blog da Fleisch Ufficio Stampa
Info>> http://www.leoncavallo.org/spip/article.php?id_article=4212


VULTURUM + PUTIFERIO + EDIBLE WOMAN

Ingresso a sottoscrizione 5 euro
Genere/Rassegna: Dauntaun Luogo: Foresteria

::VULTURUM::
Due batteristi e un non-batterista, questa l’originale formazione schierata in campo dai Vulturum.
I Vulturum utilizzano la forza della doppia batteria per accentare e sottolineare l’enorme impatto emotivo della loro musica, vere e proprie colate di passione cui è difficile restare indifferenti. Lo spettro musicale spazia dal post-core più sofferto alle slabbrature del desert sound meno stereotipato, il tutto sostenuto da una scrittura estremamente fluida, diretta e lineare poiché tutto si gioca sull’enorme impatto a livello epidermico. Al raggiungimento dello scopo concorre anche il coraggio di utilizzare linee vocali personali e caratterizzanti. Il tutto spesso sfocia in una cavalcata dal forte gusto psichedelico che ti fa entrare nella girandola di emozioni, grazie anche all’empatia che riescono ad instaurare con l’ascoltatore.

::PUTIFERIO:: PUTIFERIO é un simpatico quartetto di amici che provengono da differenti esperienze musicali di stampo rock-noise. WOOLTER (chitarra) suona con i KELVIN , e prima ancora distruggeva timpani con LODIO e ANTISGAMMO; MIRCO (chitarra) faceva parte dei BLUID, grupp con membri dei WITHLOVE; PANDA (voce e ultrasuoni) urlava con gli HUCK, ancora noti come S.D.A; GIULIO (batteria fuoritempo) suonava con ONE DIMENSIONAL MAN e LODIO, e adesso con IL TEATRO DEGLI ORRORI. Il gruppo, che né più né meno trova riunite le espressioni sonore individuali già note nei succitati gruppi, le fonde in una miscela di frastuono e decostruzione ritmica al volume più alto possibile: fondamentalmente del gran casino che fa venire un allarmante mal di testa e ti fa pentire di esserti recato a un loro concerto la sera prima…insomma un gruppo di sordi! In uscita nel 2008 il primo album “Ate Ate Ate”, a Gennaio 2009 GIULIO lascia il gruppo e da Maggio dello stesso anno MAZINGA è il nuovo batterista.

::EDIBLE WOMAN:: La band nasce nel 1999 a Fano (rubando il nome dal titolo di un romanzo della scrittrice canadese Margaret Atwood) come classico power trio strumentale influenzato dal noise chitarristico della scuola di Chicago, ma l’aggiunta in line up della voce di Luca Giommi sposta la produzione su strutture hardcore e muove la band alla scoperta del post punk più corrotto. Con queste nuove direttrici e con un furore che solo la provincia può infondere, gli Edible Woman si lanciano in una lunga serie di concerti, che contribuiscono alla definizione dello stile del gruppo la cui evoluzione viene congelata nel loro album d’esordio Spare me /CALF, uscito nel 2004 per Psychotica Records.
Questo album fonde un approccio “math” monolitico con melodie cristalline e il risultato è uno strano incrocio tra Jesus Lizard, Shellac e Neil Young. La band ottiene ottime recensioni e parte in tour in Italia ed in Europa, condividendo il palco con band come El Guapo, Karate, The Thermals.
Tre anni più tardi, da una costante ricerca creativa e dall’introduzione dei sintetizzatori nella scrittura dei nuovi brani, non a sostituire la chitarra, ma alla ricerca di una nuova e più personale poetica musicale, arriva The Scum Album, uscito sempre per Psychotica Records. Questo lavoro suona come un bizzarro e maturo amalgama di hardcore e tecnologia che si concretizza in un suono ancora fortemente abrasivo, ma mitigato da un approccio quasi pop al songwriting. Dopo numerosi concerti in Italia e all’estero all’inizio del 2009 gli Edible Woman si chiudono di nuovo in studio per dare vita al loro disco ad oggi più ambizioso: Everywhere at Once.