Eventi – Varie (Video Sound Art@Castello di Abbiategrasso)

Eventi – Varie (Video Sound Art@Castello di Abbiategrasso)

Video Sound Art
1° Festival Italiano di motion graphics@Castello di Abbiategrasso

Quando>> Dal 1 al 3 Luglio 2011, concerti dalle ore 21:00
Dove>> Castello di Abbiategrasso, Milano
Costi>> biglietti: 16 – 18€, in prevendita su www.vivaticket.it.
Visto su>> segnalazione al nostro blog
Note>> questa notizia è tratta da un comunicato stampa. La redazione non è pertanto responsabile del contenuto. Per pubblicare i tuoi comunicati stampa contattaci scrivendo a eventiatmilano AT gmail DOT com
Con Video Sound Art, il festival patrocinato dalla Provincia di Milano e dal Comune di Abbiategrasso e realizzato con il contributo della Fondazione Cariplo, l’estate milanese si arricchisce di un nuovo imperdibile appuntamento.
Fondendo insieme l’eccellenza della visual e motion graphics con un programma di concerti live che comprende alcuni tra gli artisti attuali più apprezzati nel panorama della musica indie internazionale (tra cui spiccano i nomi di John GrantJon Hopkins e The Album Leaf), Video Sound Art si traduce in una proposta multidisciplinare di grande spessore.
Il Festival, nato dall’intuizione dell’Associazione Le Cicale dell’Arconte in collaborazione con il portale d’arte contemporanea noknockroom, è infatti riuscito ad aggiudicarsi per primo una delle location più suggestive e ambite dell’area milanese: il Castello di Abbiategrasso.
Ideato sul modello di iniziative europee di grande successo quali il onedotzero di Londra e il Pictoplasma di Berlino, Video Sound Art è il primo appuntamento di motion graphics mai proposto in Italia, con video proiezioni di alcune tra le più grandi icone del settore quali Universal Everything, ManvsMachine eDvein.
Il Festival ospiterà inoltre le installazioni realizzate ad hoc da due protagonisti del video mapping mondiale, vincitori di numerosi premi internazionali: Daniel Rossa (www.rossarossa.de) e Robert Seidel(www.robertseidel.com). Le opere di Seidel e Rossa saranno esposte nelle Scuderie del Castello insieme alla retrospettiva sul lavoro di Matt Pyke (Universal Everything).
L’esposizione resterà aperta al pubblico venerdì 1° luglio dalle 19:00 alle 21:00, sabato 2 e domenica 3 luglio dalle 10:00 alle 21:00.
Sul fronte musicale, ad aprire il calendario dei concerti serali sarà la calda voce di John Grant (venerdì 1° luglio), rivelazione 2010 grazie al suo primo album da solista, “Queen of Denmark”, a cui ha collaborato la band statunitense dei Midlake. In occasione dell’apertura del Festival e a conferma della centralità del connubio tra arte e musica, subito dopo il concerto seguirà la performance audio-visiva dei Pistol Shrimp,duo dedito alla tecnica dell’architectural mapping: la loro opera, strutturata come una vera e propria performance live, sarà proiettata sulla facciata sud est del Castello.
Sabato 2 luglio sarà quindi il turno di Jon Hopkins, guru dell’elettronica contemporanea, noto anche per i numerosi progetti e collaborazioni con artisti del calibro di Frou Frou, Imogen Heap, Coldplay e Brian Eno. Il concerto di Jon Hopkins sarà prima introdotto dalle sonorità elettroniche e post-rock di un altro gruppo già molto noto e affermato: i port-royal.
Preceduti da When The Clouds, protagonisti indiscussi della serata di domenica 3 luglio saranno invece i californiani The Album Leaf. Il progetto musicale di Jimmy LaValle, che già dieci anni fa scardinava i canoni del post rock con contaminazioni dall’ambient e dal dream pop, chiuderà così in bellezza la rassegna musicale del Festival.

Inizio dei concerti: ore 21:00.

VIDEO SOUND ART si pone in Italia come la pietra miliare di una tendenza artistico-culturale già ampiamente diffusa nel resto d’Europa. Il Festival è inoltre la prima tappa di un’iniziativa di più lunga gettata e che proporrà presto nuovi appuntamenti. Intitolato “La creatività contaminata: strumento privilegiato delle giovani generazioni”, il progetto è risultato il vincitore del bando Cariplo “Valorizzare la creatività giovanile in campo artistico e culturale”.